thumbnail Ciao,

Un approfondimento sul mercato di Inter e Juve, che stanno valutando di tornare a parlarsi per una trattativa inattesa. In ballo due bomber non al centro del progetto.

Fino a quando non lo vediamo, non ci crediamo: uno scambio tra Juventus e Inter è una di quelle storie strane che può regalare solo il pazzo mondo del calciomercato. Alla fine, però, ognuno guarda i propri interessi e per rinforzare la rosa alla fine si tira dritto ed eventualmente “ci si tura anche il naso”.

Si scherza, naturalmente, ma vuoi mettere la soddisfazione di giocare uno scherzetto al rivale? La gioia sarebbe doppia se il giocatore soffiato al “nemico” dovesse finalmente esplodere. La trattativa che potrebbe portare il Pazzo in bianconero e il Quaglia in nerazzurro è una di quelle operazioni nate per caso, ma solo perché nessuno ci aveva pensato prima, perché – volendo vedere – non ha controindicazioni.

Due giocatori insoddisfatti nelle rispettive squadre, che sembrano aver rotto con l'ambiente e non rientrare più nei piani del mister, che cercano una nuova opportunità per rilanciarsi e tornare ai loro livelli e - forse - andare addirittura oltre. Perché per loro forse qualcuno fa fatica a crederlo vedendoli intristiti e scazzati nelle ultime stagioni si preconizzava una carriera da fuoriclasse. Il Pazzo e il Quaglia ammirati alla Samp, ad esempio, erano due attaccanti da Nazionale ed è là che vogliono tornare.


La sensazione è che ad
entrambi servano nuovi
stimoli per tornare top
Per farlo, però, la sensazione è che debbano cambiare aria. A volte nel calcio i flop non hanno spiegazioni razionali: non ci si trova e basta. Non c'è stata empatia tra Quagliarella e Conte, un semplice flirt tra Stramaccioni e Pazzini, poi i titoli di coda su una storia d'amore intensa, ma breve.

Dunque, eccola l'operazione che accontenterebbe tutti, anche le società: i due hanno valutazioni più o meno simili, Quagliarella è costato meno di Matri - ed è in parte ammortizzato, quindi non c'è rischio di mettere minusvalenze a bilancio, anzi...) - e in un ipotetico scambio l'Inter non corre il rischio di dover svalutare Pazzini.

Dunque da un punto di vista razionale, non sembrano esserci ostacoli, ma spesso nel calcio, e nel mercato in particolare, i mal di pancia sono all'ordine del giorno e l'imponderabile ha la meglio sulla logica. In ogni caso, qualora la trattativa dovesse davvero andare a buon fine, lo scambio farebbe felici anche i due allenatori.

Conte si ritroverebbe in rosa la prima punta di ruolo che cercava – il cosiddetto bomber d'area di rigore (anche se Pazzini non partecipa alla manovra come il mister bianconero richiede ai suoi attaccanti) – Stramaccioni uno in grado di fare la punta di movimento e ricoprire tutti i ruoli offensivi del 4-2-3-1 che l'allenatore nerazzurro ha in mente – anche se Quagliarella ha già dimostrato di non gradire granché la posizione d'esterno (pare che sia nata proprio da lì la frizione con Conte) -.


Sia Conte che Strama si
ritroverebbero con le
pedine che volevano
Entrambi, comunque, dovranno accettare il ruolo da comprimario, visto che partiranno certamente dietro Milito e Matri (o al famigerato Top Player): fare un passo indietro, insomma, sperando di farne due avanti.

Il mercato di Inter e Juve, comunque, non si esaurirebbe certamente qui, questa sarebbe semplicemente un'operazione collaterale. Sbrigata la questione Pazzini, l'Inter potrà buttarsi a capofitto su Lucas o chi per lui; ceduto Quagliarella, la Juve potrebbe concentrarsi sul top player, ma non solo. La partenza dell'attaccante napoletano, infatti, non esclude quella di Matri (anche lui sedotto e abbandonato da Conte).

L'eventuale tesoretto derivante dalla cessione del pupillo di Allegri (trattativa col Milan sulla base di 15 milioni, ma se andasse in porto probabilmente Marotta ricaverebbe un po' meno), sarebbe immediatamente reinvestita.

Conte ha sempre chiesto cinque punte in organico: se queste dovessero realmente essere Vucinic, Giovinco, Pazzini, Jovetic e Van Persie, allora il make-up sarebbe completo e di altissimo livello. Con questa iniezione di botulino, la Vecchia Signora si presenterebbe al Gran Ballo della nuova stagione da protagonista assoluta...

Sullo stesso argomento