thumbnail Ciao,

I ritocchi che servono alla rosa di Stramaccioni potrebbero arrivare dalla 'cantera' nerazzurra: con Coutinho salgono le quotazioni di Mbaye e Longo.

Se i tifosi si pongono preoccupati domande sul mercato dell'Inter, le risposte potrebbero trovarsi proprio nella dimora nerazzurra. Le amichevoli di questi giorni danno esiti incoraggianti, dal Koper fino al Como passando per il trofeo TIM.

Massimo Moratti, soprattutto durante i primi anni della sua presidenza, aveva abituato i propri tifosi a grandi colpi di mercato ma pure ad autentiche fregature (a tal proposito come non ricordare il mitico Vampeta). Il Fair Play Finanziario impone invece nuove scelte ed una diversa metodologia d'attacco al calciomercato.

La svolta pare essere dietro l’angolo, la cantera bauscia continua a sfornare prodotti di qualità forse acerbi per i grandi palcoscenici ma è innegabile che il futuro (un futuro anteriore sia chiaro) arrida al tifoso del biscione.

Nella stagione passata la gioventù interista ha sfoderato un triplette da urlo (scudetto Juniores-Berretti, scudetto Giovanissimi, scudetto Primavera) senza dimenticare la vittoria della Next Generation Series; proprio gli ultimi due trionfi hanno fornito indicazioni molto interessanti in proiezione prima squadra.

In difesa ha mostrato parecchia abilità il talentuoso Ibrahima M’Baye, classe 1994, ragazzo originario del Senegal. Molto duttile, può coprire vari ruoli, difatti Strama lo sta provando su entrambe le fasce.


Duttilità e affidabilità,
Mbaye si candida ad un
posto sulle corsie esterne
Partito titolare sia durante il trofeo TIM che contro il Como, è già stato inserito dall'Inter nella formazione ufficiale dell'anno prossimo col numero 33 (avrebbe voluto il 3 in onore di Facchetti ma come si sa tale numero è stato ritirato in memoria dell'ex presidente interista). Le eventuali incognite difensive riguardano la probabile partenza di Maicon ma, fino a prova contraria, il Colosso è ancora di nerazzurro vestito.

Dopo che l’infinita e stucchevole telenovela Destro è terminata per l’attacco si candida al ruolo di vice-Milito l’ottimo Samuelino Longo, classe 1992, appena riscattato completamente dal Genoa. Di questi giorni è la voce di un interessamento dell'Inter per Denis; il giovane Samuele potrebbe essere inserito nello scambio in prestito, opzione questa che non riscontra particolari entusiasmi.

Sulla trequarti regna l’unico top player nerazzurro, quel Wesley Snejider dato molto spesso sul piede di partenza ma che invece ha instaurato un rapporto pieno d’affinità elettive con il nuovo allenatore, rinverdendo l'asse amorosa trequartista-allenatore risalente all’epoca mourinhiana ("Dopo Mourinho è sicuramente lui il migliore. E non lo dico perché è l'attuale allenatore, ma per il tipo di gioco che propone e perché porta entusiasmo").

E se l’olandese, al netto di qualche sigaretta concessosi sulle spiagge d’Ibiza, si è ripresentato in perfetto stato psico-fisico, il folletto Coutinho mostra sicurezze mai viste prima d’ora in casacca bauscia. L’esperienza catalana vissuta nella passata stagione all’Espanyol ha fatto bene al piccolo Philippe che potrebbe ambire addirittura ad una maglia da titolare (praticamente già sua se Snejider dovesse partire).


Il vice-Milito può già
essere in casa, Longo
ha numeri importanti
I miglioramenti del brasiliano son stati evidenti a partire dal ritiro di Pinzolo e confermati durante il trofeo TIM (suo il gol con uccellamento dell'ex Lucio). Ripartire da questi due trequartisti, con l'aiuto del "neo-acquisto" Guarin e di Mudingayi, darebbe vigore e fantasia ad un centrocampo nerazzurro apparso troppo spesso "cotto" nell'ultima stagione.

Quest'ultimi nell'amichevole di ieri sera col Como hanno già mostrato sprazzi di intesa e lasciano intravvedere all'orizzonte una discreta muraglia difensiva; sabato, contro il Celtic di Glasgow, sarà un test maggiormente probante.

La new wave nerazzurra, partita con il mister fatto in casa Stramaccioni, potrebbe proseguire con l'inserimento in prima squadra della gioventù bauscia, considerato che si parla di acquisti a costo zero. Guardare in casa propria non potrebbe essere mai stato così conveniente.

Sullo stesso argomento