thumbnail Ciao,

La Germania, unica a chiudere a punteggio pieno la fase a gironi, si presenta ai quarti come la grande favorita per il successo finale. Ma occhio alla mina vagante Grecia...

Finora è stato l'Europeo delle sorprese. Coloro che son venuti a mancare sempre nei momenti decisivi devono dunque prestare particolare attenzione alle insidie delle Nazionali meno blasonate, ma non per questo da prendere sotto gamba.

La Germania, unica compagine in grado di chiudere il  proprio girone a 9 punti, rispettando i pronostici della vigilia, è stata capace di confermarsi una volta di più, convincendo tutti su quanto la concretezza sia fondamentale in manifestazioni così brevi. Contro la Grecia, prossima avversaria ai quarti, i tedeschi dovranno però stare attenti a non commettere alcuna ingenuità, soprattutto negli ultimi venti minuti finali, il momento della gara in cui la squadra di Loew abbassa i ritmi e cala in concentrazione. Difetto teutonico costante in questi tre match, nonostante le vittorie. Meno intermittenza e più continuità di gioco darebbero, ai favoriti per il trionfo finale, un tocco di classe in più, per perfezionare una macchina collaudata ma non ancora al massimo delle sue potenzialità.


Un girone perfetto, ma adesso occhio alla Grecia: serve alta concentrazione
Gli ellenici, dal canto loro, prossimi avversari dei tedeschi ai quarti, sulla carta sono un ostacolo agilmente superabile ma, con la loro abilità sulle palle alte, vero anello debole dei tedeschi in questo avvio di torneo, potrebbero creare numerosi problemi alla porta di Neuer. Starà a Loew continuare a lavorare su questo tipo di situazioni e perfezionare i meccanismi difensivi di una reparto che, Hummels e Lahm a parte, non è apparso esaltante. Una migliore gestione del vantaggio e adeguati accorgimenti sui calci piazzati potrebbero essere le migliori armi in più per la Germania.

Quanto di buono visto fino ad oggi però è un chiaro segnale della forza e delle possibilità di ulteriore crescita di questa formazione, mix tra giovani e giocatori di esperienza, in grado di arrivare al traguardo finale, a coronamento dell'ottimo lavoro svolto da quando sulla panchina siede un tattico, interessate e preparato, come l'attuale ct, sempre più personaggio chiave della Nazionale più in forma del momento.

Sullo stesso argomento