thumbnail Ciao,

Il laterale brasiliano potrebbe lasciare l'Inter: il suo contratto scadrà nel 2013 e la società nerazzurra ha l'ultima occasione per cederlo. City e PSG sono pronti ad accoglierlo.

Finito il campionato, l’estate ormai alle porte. Douglas Maicon torna sulle frequenze di radiomercato. Da tre stagioni ormai una prassi consolidata, come il più classico dei tormentoni estivi. Dopo il Triplete, José Mourinho ha fatto carte false per portarlo a Madrid, ma niente da fare.

Poi è tornato alla carica la passata stagione, ma anche in quell’occasione Moratti ha tenuto duro e trattenuto il laterale brasiliano. Anche se un vecchio adagio recita non c’è due senza tre, questa sembra proprio la volta buona per l’addio alla maglia nerazzurra dopo 6 stagioni ricche di successi.

Ora di mezzo non c’è più il Real, ma è un affare tra sceicchi, quindi con cifre (soprattutto per il giocatore) davvero interessanti: Manchester City e Psg non hanno nascosto il loro gradimento e puntano sul quasi 31enne nazionale verdeoro per tornare a splendere nell’Europa che conta. Con gli inglesi c’è in ballo uno scambio con De Jong, sponsorizzato da Sneijder, muscoli e polmoni per un centrocampo la passata stagione davvero in affanno.


Mancini e Leonardo lo prenderebbero volentieri al City e al PSG
I francesi, invece, sono pronti a mettere sul piatto della bilancia cash sonante. Siamo lontani, ovviamente, dai 28 milioni di euro che nell’estate 2010 Florentino Perez era disposto a sborsare per far felice lo Special One, ma 10-12 milioni, con i tempi che corrono, fanno sicuramente bene alle casse nerazzurre.

Maicon è in scadenza di contratto nel 2013, quindi o rinnova (l’agente italiano Calenda ha già avuto un incontro con i vertici nerazzurri) o sarà addio, anche perché è meglio evitare un altro caso Thiago Motta, l’oriundo che ha lasciato Milano nel mercato invernale proprio per andare al Psg, scombussolando i piani del povero Ranieri che intorno a lui aveva costruito il centrocampo.


Il contratto di Maicon scade nel 2013: l'Inter ha l'ultima occasione per fare cassa
Due soluzioni gradite al ragazzo, che a Manchester ritrova il tecnico che lo ha fortemente voluto all’Inter, Roberto Mancini, mentre a Parigi, oltre a Motta, ci sono Leonardo e Maxwell, e un campionato, quello francese, che conosce molto bene. Mai come questa estate, quella della rifondazione, per l’Inter è il momento giusto di privarsi di uno dei suoi pezzi da 90, un over 30.

Il Maicon del post Triplete non è stato all’altezza della sua fama e delle fantastiche prime stagioni in nerazzurro: qualche infortunio e qualche vizio di troppo hanno causato un calo del suo rendimento. Sicuramente è anche una questione di stimoli e una nuova avventura potrebbe dare nuova linfa al terzino, soprattutto in vista dei Mondiali casalinghi del 2014, gli ultimi per il Colosso di Novo Hamburgo.

I nerazzurri, dal canto loro, darebbero seguito a un certo svecchiamento della rosa: l’assalto a Isla, sul quale c’è anche il forte pressing della Juventus, diventerebbe una priorità di mercato, ancora più di Ramirez o Lucas. A Maicon gratitudine eterna, un posto speciale nella storia nerazzurra, i ricordi di tante sgroppate e assist e due gol su tutti: quello realizzato alla Juventus due anni fa e quello al Milan nella stagione appena conclusa.

Sullo stesso argomento