thumbnail Ciao,

Un centrale e un laterale mancino, un alternativa a Pirlo ed una a Vidal ed un 'top player' in attacco: ecco cosa serve alla Juventus per far bene anche in Champions.

Un paio di ciliegine su una torta già buona, è questa la metafora usata da Beppe Marotta dopo la vittoria dello Scudetto e per anticipare le strategie di mercato della Juventus di quest’estate. Aggiungendo: “Devono essere giocatori funzionali al progetto, con determinate caratteristiche tecniche ma anche comportamentali (no bad boy, ndr) ed economicamente compatibili”. Dunque, non troppi indizi anche se qualche nome comincia a circolare.

Innanzitutto, precisiamo le esigenze: per una stagione col doppio/triplo impegno è necessario rimpinguare la rosa; con la Champions da disputare, è innegabile che debba essere elevata dal punto di vista qualitativo. Dunque: un difensore, almeno un centrocampista e sicuramente un attaccante (forse anche due). E gli acquisti, ovviamente, dipenderanno anche dalle cessioni…

QUARTO CENTRALE

Barzagli ha sorpreso, Bonucci si è ripreso alla grande, Chiellini si è confermato: su queste basi, quella che era stata identificata come un’esigenza l’estate scorsa, potrebbe anche essere diventata un surplus. Negli ultimi due mercati, Marotta aveva tentato diversi centrali d’esperienza (si era parlato di Alex, Bruno Alves e Lugano, tanto per citarne alcuni), poi è arrivato Caceres. L’uruguiano, poi, è in grado di coprire tre falle: vice-Licthsteiner, vice-De Ceglie, centrale all’occorrenza.

Dunque, apparentemente, il reparto potrebbe anche essere considerato adeguato, anche tenuto conto che in caso di assenze plurime, la squadra potrebbe pur sempre rinunciare ad un centrale e passare a 4 dietro. Tuttavia, forse qualcosa verrà fatto: si parla di un esterno sinistro basso (Peluso dell’Atalanta, in grado tra l’altro anche di accentrarsi, è in scadenza di contratto) e non è escluso un ritorno di fiamma con Bruno Alves (prezzo: 15 milioni).

In realtà, però, un acquisto nel reparto avrebbe senso solo se elevasse in maniera importante il livello qualitativo, altrimenti – forse - varrebbe semplicemente la pena di dare fiducia a De Ceglie, Caceres, ma anche Estigarribia che, quando chiamato in causa, non è dispiaciuto (anche se su di lui pesa un riscatto importante di circa 5 milioni di euro).

ACQUISTO TOP: Bruno Alves (Zenit) – possibilità 10%
ACQUISTO LOW COST : Peluso (Atalanta) – possibilità 25%
IN PROSPETTIVA: De Ceglie – possibilità 50%
OUTSIDER: Estigarribia – possibilità 15%
IN USCITA: Manninger/Storari 25%

VICE PIRLO E VICE VIDAL

La Juve è Pirlo dipendente e lo sa. Così come sa che l’anno prossimo, con due competizioni, non può permetterselo. Dunque, è partita da tempo la ricerca al suo vice, già identificato e bloccato: si tratta del gioiellino del Pescara e dell’U21 Verratti (20 anni), anche lui ex trequartista reinventato regista. Qualche stagione crescendo all’ombra del miglior Pirlo da anni a questa parte, può solo fargli bene e aiutarlo a perfezionarsi.

Anche il teorico vice-Vidal (o vice-Marchisio, se volete) è stato scelto: si tratta di quel Pogba (19 anni), centrocampista francese conteso al Manchester United. Insomma, due acquisti in prospettiva sapendo che all’occorrenza anche Giaccherini e Pepe hanno dimostrato di poter vestire i panni dei cagnacci rabbiosi pronti ad inseguire l’avversario e rilanciare l’azione. Anche in questo caso, insomma, la società potrebbe decidere per una strategia low profile, risparmiando per poi investire tutto nei settori più scoperti, anche perché in giro di saldi non se ne vedono.

Alternative più esperte sono quelle di Asamoah o Nainggolan (prezzo: 15 milioni da abbattere con contropartite tecniche), ma anche in questo caso ci sarebbe da valutare la convenienza economica e tecnica dell’investimento: il caso Padoin, arrivato a gennaio per 5 milioni per giocare pochissimo e aggiungere altrettanto alle opzioni a disposizione di Conte, dovrebbe insegnare che, forse, vale la pena investire qualcosa in più, ma solo se si ha ragionevole certezza dell’utilità e della resa.

ACQUISTO TOP: Asamoah/Nainggolan (Udinese/Cagliari) – possibilità 15%
ACQUISTO LOW COST : Pogba (Manchester United) – possibilità 35%
IN PROSPETTIVA: Verratti – possibilità 40%
OUTSIDER: Padoin – possibilità 10%
IN USCITA: Krasic/Elia/Marrone – possibilità 100%, Padoin – possibilità 30%

AAA TOP PLAYER CERCASI

E’ in attacco che la Juve concentrerà le risorse, sia perché è quella la lacuna in più occasione evidenziata quest’anno: manca il bomber, insomma. In più, ci sarà da sostituire anche il Capitano e rimpiazzare almeno uno tra Borriello, Matri e Quagliarella. Al momento, dunque, il reparto sarebbe composto solo da Vucinic al 100% e, quindi, da integrare con almeno due elementi (magari uno top e uno in prospettiva). Uno in più qualora si decidesse di mettere sul mercato uno tra Quagliarella e Matri e nel caso investire su due prime scelte.

I nomi che circolano, ormai, si sanno: Van Persie (29 anni) è la prima scelta (non meno di 30m), Suarez (25 anni) è la seconda (25m circa), Higuain (25 anni) la terza ma solo per questioni economiche e di concorrenza (prezzo più o meno 35m). Caratterialmente, Van Persie e Higuain sembrerebbero adattarsi meglio di Suarez al profilo di bravo ragazzo disegnato da Marotta, che però dovrà fare i conti anche col budget a disposizione e con la concorrenza (forse più blanda nel caso di Suarez).

Tra le opzioni c’è anche Damiao (23 anni), attaccante dell’Internacional di Porto Alegre, probabilmente l’obiettivo più raggiungibile considerato che lui stesso sta spingendo per venire a Torino e il prezzo non è ancora impazzito (30m da contrattare) o il vecchio flirt Dzeko (26 anni) il cui prezzo potrebbe essere trattabile (20m). Alternative low cost, ma neanche troppo, Destro (21 anni) inseguito anche dall’Inter  (non meno di 10/12m), Giovinco (25 anni) come erede di Del Piero (8-10m per la metà ceduta al Parma).

ACQUISTO TOP: Van Persie (Arsenal) – possibilità 40%
ACQUISTO LOW COST: Giovinco (Parma) – possibilità 20%
IN PROSPETTIVA: Destro – possibilità 20%
OUTSIDER: Higuain/Suarez/Damiao/Dzeko – possibilità 20%
IN USCITA: Del Piero/Borriello – possibilità 100%, Quagliarella/Matri possibilità 30%

Sullo stesso argomento