thumbnail Ciao,

A poche ore dal sorteggio proviamo a giocare con le biglie, ipotizzando i vari scenari: sette rivali da temere e rispettare, senza aver paura di nessuno...

Il sorteggio incombe e la tensione sale. Sogni e incubi si accavallano nella testa dei tifosi juventini. Proviamo a giocare con le biglie…

REAL MADRID PERCHE'

Perché la sfida con Mourinho avrebbe il sapore dei vecchi duelli rusticani, ma anche perché il Real davanti è fortissimo, ma pure la Juve dietro. Gli spagnoli, poi, giocano aperti, concedono e rischiano. La squadra di Conte ha l’organizzazione tattica e la personalità per affrontarli a viso aperto e con legittime aspirazioni di passare il turno. Ovviamente non sarebbe facile, ma neanche impossibile. E, infine, semplicemente perché sarebbe una grande sfida, una di quelle da tenerti incollato al divano per 180’ e pure di più.

MALAGA PERCHE'
 
Perché alla fine, con tutto il rispetto, sembra semplicemente la più abbordabile. Andare in Spagna, per quanto “caliente”, è sempre meglio di finire nelle fauci turche o tedesche. Il Malaga ha vinto il girone del Milan, ha stupito ancora superando il Porto e ora vuole fare la sua storia. Però, tra tutte, è forse quella che – sulla carta – è meno pericolosa. Per continuare, poi, nel solco del sorteggio favorevole – come accaduto col Celtic per intenderci – perché, alla fine, per arrivare in fondo, non è vero che devi incontrarle tutte e devi essere più forte degli altri: a volte, ci vuole anche un pizzico di fortuna…

PSG PERCHE'

Perché, come per Mourinho, anche quella con Ancelotti sarebbe una sfida dal sapore particolare. Ma anche contro Ibra, Lavezzi, Sirigu, Thiago Motta e Verratti: tanti ricordi, tanti argomenti, tanto di cui parlare alla vigilia. Poi, però, anche tanti “spunti di discussione” in campo: sarebbe la grande battaglia tra il “singolo” – o, meglio, i tanti singoli – contro il gruppo. La classica diatriba se sia più forte una squadra di campioni che tanto squadra non è e una che, invece, ne ha di meno (ma tanti di meno?) e che, però, fa degli automatismi, della compattezza e del gioco a memoria la sua forza.

BORUSSIA DORTMUND PERCHE'...

Perché, forse, sarebbe la sfida più equilibrata, tra le due outsider e offrirebbe alla Juve di cancellare dalla memoria vecchi (e brutti) ricordi. Sarebbe innanzitutto una bella partita, tra due squadre che giocano bene al calcio, in maniera quasi speculare: di squadra, con reparti stretti, ripartenze veloci, verticalizzazioni immediate. Perché , al di là di come possa finire, resterebbe comunque una “sorpresa” in corsa, una squadra che – non partita coi favori del pronostico – può continuare a sognare. Il calcio cos’è se non una favola?

BARCELLONA PERCHE'...
 
Ovvio che, potendo, toglieremmo la pallina blaugrana dall’urna, soprattutto dopo aver visto gli extraterrestri di nuovo in azione contro il Milan. Però, sarebbe veramente l’esame di laurea, la gara più prestigiosa, l’occasione per spiccicarsi di dosso l’etichetta di “aspirante” grande ed emanciparsi. Se c’è un centrocampo che può competere con quello del Barça, quello ce l’ha la Juve: Pirlo-Marchisio e Vidal al top, se la giocano con Xavi-Iniesta e Busquets. Certo, gli spagnoli hanno il marziano là davanti, ma Conte ha Chiello e Barzagli…

GALATASARAY PERCHE'...

Perché, dopo il Malaga, sarebbe la scelta più “fortunata”. Questo teoricamente, perché quella vecchia volpe di Terim ci conosce a menadito e affrontare una squadra con davanti Drogba e Sneijder di certo non la puoi considerarla una passeggiata di salute. Però, te la puoi giocare, senza paura e sapendo di non essere inferiore. Si può andare in Turchia a fare l’impresa e poi conservare a Torino, acquisendo ancora maggiore consapevolezza per la sfida successiva.

BAYERN MONACO PERCHE'...

… O perché no? Quello di Heynckes è uno squadrone e la sconfitta contro l’Arsenal in casa non fa testo. Ha classe e potere fisico, organizzazione e consapevolezza della sua forza. Forse, si potrebbe puntare sull’atavico vizio tedesco di sottovalutarci o – se volete – di patirci. Col Barcellona, il Bayern è la squadra assolutamente da evitare, ma questa Juve – ne siamo convinti – se la gioca contro chiunque perché ha personalità e convinzione nei propri mezzi.

E ora… facciamo girare le palline. Proprio come fa l’Uefa prima di quello ufficiale, abbiamo simulato un sorteggio in redazione, questo è l’esito:

MALAGA-REAL MADRID
BAYERN MONACO-BARCELLONA
BORUSSIA DORTMUND-GALATASARAY
PSG-JUVENTUS

Come la vedete?

Sullo stesso argomento