thumbnail Ciao,

I nostri club, nell'ultimo weekend, sono quelli che hanno pagato di più l'impegno infrasettimanale in coppa. Il Borussia Monchengladbach in campo giovedì e sabato.

Il mal d'Europa sta diventando un tormentone, tra polemiche sui calendari e risultati deludenti in campionato per le squadre impegnate anche nelle coppe. Le quattro italiane reduci da match europei hanno raccolto, complessivamente, un misero punto nell'ultimo turno di campionato. Segnale di un fenomeno meritevoli di analisi. E' un problema reale? Ed è solo italiano? Lo abbiamo analizzato, prendendo in considerazione i risultati ottenuti dalle squadre dei primi cinque campionati d'Europa a cavallo delle sfide continentali.

QUI ITALIA
COSI' I CLUB ITALIANI
SQUADRA PRIMA DOPO
Juventus V
S
Napoli P P
Inter V S
Lazio P S
V Vittoria - P Pareggio - S Sconfitta
E cominciamo la nostra analisi proprio dalla Serie A, guardando alla Juventus. I bianconeri hanno espugnato il Celtic Park di Glasgow, con una prestazione dove il dispendio fisico è stato enorme: una vittoria per 3 a 0, preceduta da quella altrettanto importante, in campionato, contro la Fiorentina, battuta per 2 a 0. Male, invece, al la ripresa in campionato, quando i bianconeri sono stati superati all’Olimpico dalla Roma. Evidente, dunque, come la Juventus abbia risentito delle fatiche in terra scozzese.

Idem dicasi per le tre italiane impegnate in Europa League: Inter, Lazio e Napoli, dopo i rispettivi giovedì di Coppa, hanno ottenuto in campionato risultati poco soddisfacenti. I nerazzurri ne hanno prese 4 in casa della Fiorentina, dopo aver vinto con il Cluj per 2 a 0: prima ancora, era stato battuto il Chievo per 3 a 1. Un cammino, fatte le dovute proporzioni, simile a quello della Juventus.

Peggio è andata alla Lazio, che con il Borussia Monchengladbach ha impattato 3 a 3: in precedenza, c’è stato il buon pareggio con il Napoli per 1 a 1, successivamente la sconfitta inaspettata contro il Siena (0-3).

Male pure il Napoli, che ha rimediato una bruttissima sconfitta per 3 a 0, peraltro in casa, contro il Viktoria Plzen, giocando poco e male, e non tanto meglio è andata anche nei due match pre e post Europa League: pareggi con Lazio (1 a 1) e Sampdoria (0-0).

QUI SPAGNA
COSI' I CLUB SPAGNOLI
SQUADRA PRIMA DOPO
Real Madrid V
V
Valencia V V
Levante S P
Atletico Madrid S V
V Vittoria - P Pareggio - S Sconfitta
Spostiamoci in Spagna, che la scorsa settimana ha avuto 4 società impegnate sul fronte europeo. Real Madrid in primis, che in Champions League ha pareggiato sul proprio campo, contro il Manchester United, per 1 a 1. Un impegno probante, ma del quale i ‘blancos’ non hanno evidentemente risentito più di tanto, visto che ad esso ha fatto seguito la vittoria per ben 2 a 0 ai danni del Rayo Vallecano. Prima dello United, erano arrivati altri 3 punti nella Liga, con il Siviglia sconfitto per ben 4 a 1.

Stessa tipologia di impegni per il Valencia, ma risultati diversi: battuta d’arreso casalinga in Champions contro il Paris Saint Germain (1 a 2), con gli spagnoli che si sono però rifatti al rientro in campionato, battendo il Maiorca per 2 a 0. Sarà stato l’impegno pre Champions contro il Celta Vigo, vinto per 1 a 0, a togliere forze al Valencia?

Rendimento altalenante per il Levante: bene in Europa League, con il 3-0 all’Olympiakos, così così nel turno seguente di campionato, dove i levantini hanno pareggiato per 1 a 1 contro la Real Sociedad, male nel weekend precedente, visto che, prima di giocare in Coppa, era arrivata una sconfitta casalinga contro il quotato Malaga (1-2).

Caso quasi a parte è rappresentato invece dall’Atletico Madrid, cui la sconfitta in Europa League trovata in casa del Rubin Kazan per 0 a 2, ha forse fatto bene ai colchoneros, che hanno poi superato il modesto Valladolid col risultato di 3 a 0. Peccato che, prima ancora, l’Atletico abbia perso per 2 ad 1 con il Rayo Vallecano, sorpresa del campionato iberico.

QUI INGHILTERRA
COSI' I CLUB INGLESI
SQUADRA PRIMA DOPO
Man Utd V
V
Liverpool S V
Chelsea V V
V Vittoria - P Pareggio - S Sconfitta
E’ il turno di guardare adesso alla Premier League. Il Manchester United si conferma squadra di assoluto valore, dimostrando di non risentire affatto degli impegni europei, peraltro durissimi, visto che ha dovuto affrontare la trasferta in casa del Real Madrid, conclusa, come detto sopra, col risultato di 1 a 1. Al ritorno in patria i ‘Red Devils’ sono stati attesi dalla partita di Fa Cup, che li ha visti liquidare la pratica Reading per 2 a 0. Altrettanto bene era andata anche nel pre Champions, quando RVP e company hanno sconfitto l’Everton per 2 a 0.

Notevole anche il ruolino di marcia del Liverpool, che in Europa League battuto per 2 a 0 il non abbordabilissimo Zenit, superando poi lo Swansea, in Premier, per ben 5 a 0: altro dunque che risentire delle fatiche europee! Prima, però, i Reds si erano arresi al WBA.

Stesso discorso va fatto per il Chelsea, unica squadra ad aver vinto sia in Europa League che negli incontri a cavallo di essa: Wigan, Sparta Praga e Brentford sono tornate a casa con 0 punti dalle partite con i ‘blues’. Niente da dire, invece, per il Newcastle che dopo aver battuto il Metalist Kahrkiv per 2 a 1, è rimasto a riposo.

QUI GERMANIA
COSI' I CLUB TEDESCHI
SQUADRA PRIMA DOPO
Bor. Dortmund S
V
Hannover V P
B. Leverkusen P V
Gladbach P S
Stoccarda S V
V Vittoria - P Pareggio - S Sconfitta
Andiamo quindi in Germania, nazione con il maggior numero di squadre impegnate, la settimana passata, in Europa: ben 5! Il Borussia Dortmund, a cavallo del match di Champions, ha ottenuto dei risultati in crescendo. Dopo l’inaspettata sconfitta contro l’Amburgo in Budesliga (1 a 4), è arrivato infatti il pari in casa dello Shakhtar, seguito poi dalla vittoria per 3 a 0 contro l’Eintracht Francoforte. In quest’ultimo caso è importante notare come la partita sia stata giocata ad appena due giorni di distanza dalla dura trasferta in terra ucraina (un giorno di riposo in meno rispetto alla Juve): situazione che smentirebbe l’influenza delle fatiche infrasettimanali.

Altalenante è stato anche il cammino dell’Hannover 96, che dopo la disfatta in casa dell’Anzhi (1-3) ha pareggiato in campionato contro il Norimberga, mentre prima di andare in Russia era arrivata la vittoria contro l’Hoffenheim.

Il Bayer Leverkusen è andato invece male in Europa League, perdendo in casa contro il Benfica (0 a 1): le ‘aspirine’ si sono poi rifatte in campionato contro il modesto Augsburg, ma chissà che sulla pessima uscita europea non abbia inciso il dispendioso pareggio contro il Borussia Monchengladbach di qualche giorno prima.

A proposito di questi ultimi, in Europa hanno pareggiato in casa 3 a 3 contro la Lazio: match in cui sono state bruciate parecchie energie, al punto che poi è arrivata la sconfitta per 1 a 0 in casa dell’Amburgo. Ma occhio al calendario: il Gladbach è sceso in campo di sabato dopo il confronto del giovedì con i biancocelesti, praticamente a distanza di 48 ore e con un solo giorno di riposo tra una partita e l'altra. Come l'avrebbero presa dalle nostre parti?

Infine lo Stoccarda che, dopo aver pareggiato con il Genk in EL, è andato a vincere in casa dell’Hoffenheim, terz’ultimo in classifica.

QUI FRANCIA
COSI' I CLUB FRANCESI
SQUADRA PRIMA DOPO
Paris SG V
S
Bordeaux S S
V Vittoria - P Pareggio - S Sconfitta
Infine, in Ligue 1, troviamo il Paris Saint Germain, che ha avuto un rendimento simile a quello della Juventus, dimostrando di aver risentito, forse più di ogni altra, degli impegni europei. Dopo la vittoria in Champions sul campo del Valencia (1 a 2), è arrivato l’inatteso crollo contro il Sochaux (distante 25 punti dalla compagine capitolina), uscito vincitore per 3 a 2. Prima, invece, Ibra e compagni avevano ottenuto una vittoria sul Bastia per 3 a 1.

Disastroso invece il Bordeaux, i cui risultati sembrano non dipendere dall’Europa League, dove peraltro è arrivato un pareggio sul campo della Dinamo Kiev: prima e dopo, tuttavia, due sconfitte che non passano inosservate: la prima contro l’Ajaccio (0 a 1), la  seconda, in casa, per ben 4 a 0 contro il Lione.

Come si può vedere, non esiste una legge assoluta che stabilisca se gli impegni delle varie squadre impegnate in Europa possano influire sul rendimento in campionato. Ogni cosa fa storia a sé, e dipende anche dal coefficiente di difficoltà delle varie partite. Ma indubbiamente l'esperienza e l'abitudine a calcare certi palcoscenici (vedi Manchester Utd, Real Madrid e Chelsea) facilita l'assimilazione di un calendario così fitto. Perchè in fondo è solo questione di mentalità. Ed è proprio quella che spesso difetta dalle nostre parti...

Sullo stesso argomento