thumbnail Ciao,

Lo svedese ha criticato aspramente i compagni durante l'intervallo della partita col Troyes, salvo poi chiarisi con Ancelotti: "Se sono andato troppo lontano, mi dispiace".

Ahi, ahi, povero Ibrahimovic. Al Paris Saint-Germain deve fare proprio tutto lui. Tre partite senza lo svedese e la squadra di Ancelotti ha collezionato soltanto un punto. Fortunatamente Ibra è tornato sabato scorso col Troyes, trascinando i suoi alla vittoria per 4-0 con due assist ed una doppietta. Tuttavia, nell'intervallo, l'ex Milan ha voluto 'caricare' i compagni...

"Anche mio figlio gioca meglio di voi", le parole pronunciate dallo svedese nello spogliatoio e fedelmente riportate da 'Le Parisien'. Dopo i primi 45 minuti, infatti, la partita con il modestissimo Troyes - penultimo in classifica con 8 punti e con un valore complessivo di 19 milioni di euro - era ferma su uno striminzito 1-0 per i parigini.

Ed anche se la sfuriata di Ibra ha avuto i suoi effetti (visto il risultato finale), sono comunque arrivate le scuse ad Ancelotti: "Se sono andato troppo lontano, mi dispiace", avrebbe detto a Carletto nel corso di un incontro chiarificatore.

Ma basterà a placare il malcotento di Ibra? Sembra di no. L'eliminazione in Coppa di Lega ai rigori con la bestia nera Saint-Etienne ha infatti riacceso la rabbia dello svedese, che ha espresso tutto il suo disappunto soprattutto nei confronti di un 'Pocho' Lavezzi lontano parente di quello ammirato a Napoli.

Intanto dalla Svezia arrivano voci abbastanza clamorose. Il giornale scandinavo 'Sportbladet' ha infatti aperto ad un incredibile trasferimento al Manchester City. La soffiata è arrivata direttamente da una fonte molto vicina a Roberto Mancini, che non ha mai nascosto di voler un giorno riabbracciare Zlatan, già allenato ai tempi dell'Inter.

"Mancini sa bene che qualcosa è cambiato nella squadra - ha detto l'amico italiano del 'Mancio' - , vuole ottenere una mentalità vincente ed Ibrahimovic la incarna alla perfezione.  Roberto lo ha sempre apprezzato come giocatore, ai temi dell'Inter diceva sempre che sarebbe diventato il migliore al mondo. E' rimasto colpito dall'avvio di Ibrahimovic in Ligue 1, è fin troppo forte per giocare in Francia".

Quindi meglio volare in Premier, il City lo aspetta a braccia aperte: "Ufficialmente Mancini nega qualsiasi interesse verso Ibrahimovic - conclude la fonte - , almeno fino a giugno, quando probabilmente si muoverà qualcosa". La bomba è stata sganciata. Ibra è già pronto a cambiare maglia?

Sullo stesso argomento