thumbnail Ciao,

Il Benfica ha inviato una diffida ufficiale alla Juventus, intimando di non trattare più con l'agente di Luisao. Il club lusitano non ha intenzione di cedere il difensore.

Dura presa di posizione del Benfica nei confronti della Juventus sull'affare Luisao. Sfumato Manolas, diretto verso l'Arsenal, la Juventus ha virato la propria attenzione sul centrale del club portoghese, che però non ha nessuna intenzione di cedere il giocatore ed anzi ha inviato una diffida ai bianconeri.

La lettera inviata dal presidente del Benfica invita con toni forti la Juventus a non trattare più con l'agente di Luisao, secondo quanto riportato da 'O Jogo': "Smettetela di trattare con l'agente del nostro tesserato Luisao, altrimenti vi denunceremo alla Fifa".

Il Benfica considera incedibile Luisao e non ha preso bene i contatti dei bianconeri con il giocatore, che invece gradirebbe una nuova avventura nella nostra Serie A. I portoghesi minacciano di ricorrere al regolamento Fifa. 

"Se non interromperete subito le comunicazioni con l'agente del difensore Luisao il prossimo passo del Benfica sarà quello di presentare una denuncia alla Fifa, ai sensi del paragrafo 3 dell'articolo 18 del regolamento Fifa secondo il quale un club che desidera tesserare un giocatore professionista deve trattare prima con il suo club, presentando anche una richiesta per iscritto, e poi può entrare in trattativa con il giocatore".

Ora la palla passa alla Juventus, che resta sempre a caccia di un difensore centrale da consegnare a mister Allegri dopo l'infortunio di Barzagli. Il progetto bianconero prevedeva il raggiungimento dell'accordo con l'agente del giocatore, per poi cercare di portare il giocatore a Torino a costo zero. Ma il Benfica alza il muro.

Sullo stesso argomento