thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Dopo gli arrivi di Armero e Diego Lopez, il Milan pensa al sacrificio di Balotelli o De Sciglio per arrivare al grande colpo di fine calciomercato.

In qualche modo è successo: con la partenza di Robinho il mercato del Milan si è mosso. Ma esattamente come si prevedeva, si è mosso in quei reparti lacunosi dove serviva il rimpiazzo, non per forza il grande campione. I 2,5 milioni di euro risparmiati con il prestito di Robinho, finiranno nelle tasche di Diego Lopez che sulla carta dovrebbe migliorare il reparto dei portieri. Esattamente come Armero che, sempre sulla carta, a sinistra dovrebbe dare più garanzie rispetto a Constant. In più il prestito secco del Colombiano consente al Milan di non spendere troppo.

A questo punto mancano 19 giorni alla fine del mercato e il grande colpo richiesto da Inzaghi non è ancora arrivato. Sarà un caso? Forse no, visto che a mancare sono i soldi. Al momento si tratta per il ritorno di Taarabt e il club rossonero preferirebbe investire 3 milioni di euro sul marocchino che la scorsa stagione ha entusiasmato, piuttosto che su Dzemaili. Quindi se spesa dev'essere che sia per Taarabt. QPR permettendo.

Per il grande colpo, invece, bisogna avere molta pazienza. Il Torino continua a non discostarsi dai 18/20 milioni per Cerci. Il Milan per averli deve vendere. Mino Raiola sta lavorando e la sensazione è che anche per Balotelli arriverà il grande colpo. Lo sforzo emesso da Raiola e Galliani è importante, bisognerà capire se ci saranno margini di vendita. Altrimenti il Milan sarà costretto a virare su De Sciglio. Durante la tournée estiva ha parlato con i media El Shaarawy che rappresenta il campione ritrovato e il futuro del Milan. Ha parlato Menez che invece è la grande speranza. Ha parlato Mexes che è il leader.

Ma come mai non ha parlato il capitano del futuro? Il giovane terzino, orgoglio del settore giovanile rossonero? Quello che potrebbe diventare il nuovo Maldini? Rimane qualche dubbio a riguardo. Più di uno. Forse parlerà dopo il 31 agosto, se il Milan sarà riuscito a cedere Balotelli. Oppure parlerà magari con addosso la maglia bianca del Real Madrid. In ogni caso, sembra essere veritiera l'indiscrezione che se ad aprire dovesse essere Supermario, il Milan oltre ad accontentare Inzaghi con Cerci, andrebbe alla ricerca di una prima punta.

Ormai di secondo piano, soprattutto se i soldi ricavati verranno totalmente reinvestiti per Cerci. Goran Pandev è un nome interessante. Il Napoli vuole sfoltire la rosa prima dell'ultimo regalo che arriverà a Benitez. E il macedone gradirebbe la destinazione rossonera, dove avrebbe sicuramente più possibilità di giocare. Il Milan potrebbe proporgli un biennale a 2/2,5 a stagione. E a De Laurentiis un pagamento del cartellino dilazionato intorno ai 5 milioni. È ancora tutto in evoluzione, ma le sorprese, siamo certi, non mancheranno.

Get Adobe Flash player

Sullo stesso argomento