thumbnail Ciao,

In caso di partenza di Vidal, Inter pronta a cedere Guarin alla Juventus per 16-18 milioni. Con quei soldi partirebbe l'assalto al tassello mancante in attacco.

  Fabrizio Romano
Corrispondente Inter per Goal Italia

Tutti insieme, appassionatamente. Da Erick Thohir a Piero Ausilio, passando per Marco Fassone e Walter Mazzarri. E i nuovi esponenti di una dirigenza internazionalizzata. La nuova Inter si riunisce in America, stile USA, storia di ieri. Perché al presidente Thohir i colloqui piacciono, tutte le componenti si chiariscono sulle proprie aree operative, anche questo è stile americano.

E mancano due giorni ad agosto, non può che esserci al centro di tutto proprio il mercato. L'affare Medel in via di definizione, ma soprattutto la necessità di cedere per finanziare le operazioni mancanti. Attenzione, in questo caso, a Fredy Guarin. Ve lo raccontiamo da fine maggio su Goal: l'Inter lo ha messo nella lista dei cedibili, si augura di fare cassa con il colombiano. E se il Monaco non è andato oltre le telefonate informative con i suoi agenti, potrebbe tornare di moda una possibilità legata alla Juventus dopo la telenovela dello scorso inverno.

Tutto ruota attorno ad Arturo Vidal. Perché dai segnali che sono arrivati all'entourage di Guarin, Marotta e Paratici potrebbero tornare sul colombiano proprio se dovessero cedere Vidal. Un'operazione ancora non diventata trattativa: il Manchester United è interessato, anche molto, al cileno. Ma l'offerta ufficiale che faccia vacillare la Juventus - non meno di 50 milioni - non è mai arrivata. Se Van Gaal però dovesse fare quel passo, allora attenzione a Guarin.

Quasi un auspicio per l'Inter, che ha già comunicato in un incontro recente con l'agente del giocatore il prezzo a cui sarebbe disponibile la cessione senza particolari trattative problematiche: tra i 16 e i 18 milioni di euro. La Juve fa sapere di essere molto serena e di voler tenere Vidal, Guarin sarebbe una sorta di alternativa pronta nel cassetto.

Con l'Inter che aspetta e spera di monetizzare col colombiano che non rientra più nei piani di Mazzarri. Perché con quei soldi si potrebbe decisamente investire: il difensore che manca per completare il reparto, tra Rolando (favorito) e Balanta con Silvestre e Campagnaro in uscita; ma soprattutto l'attaccante che serve al più presto.

Perché con i 16/18 milioni di Guarin si potrebbe tornare al tavolo del Siviglia per Carlos Bacca: prima e seconda punta, non incedibile, trattabile in prestito con obbligo di riscatto e pagamento pluriennale, magari inserendo Kuzmanovic nell'affare. Ma tutto dipende dai soldi di Guarin. Che non sono una certezza, per il momento. Anzi. E allora se Jovetic si è tolto dal mercato e il PSG non vuole saperne di liberare Lavezzi, l'ipotesi Pablo Daniel Osvaldo resta sempre possibile.

Tanto che l'Inter ha avuto anche il nuovo contatto previsto con il suo agente: il Southampton potrebbe valutare un prestito con obbligo di riscatto. Insomma, se dovesse esserci la volontà di fare l'operazione Osvaldo, a meno di inserimenti di altri club l'Inter potrebbe trovare il modo per chiudere. Ma prima si proveranno altre piste, poi arriverà il turno dell'ex Roma.

Che intanto aspetta, ha già fatto sapere di voler tornare in Italia, accetterebbe l'Inter e un contratto anche da tre o quattro anni. Ma adesso è la fase d'attesa, per Osvaldo come per l'Inter su Guarin. Il vero cardine del mercato, ad oggi. Dall'America a Milano...

Sullo stesso argomento