thumbnail Ciao,

Il Milan è disposto a lasciare Cerci al Torino fino ai preliminari. Nel frattempo i rossoneri possono racimolare i milioni per i granata. Alternativa Douglas Costa.

Solo lui, Alessio Cerci. Gli altri possono essere sogni o desideri, vere o presunte opportunità di calciomercato. Ma è il granata l'uomo su cui puntano tutto Adriano Galliani e Filippo Inzaghi, intenzionati a portare il granata nella Milano rossonera, strappandolo ai cugini e ai Campioni della Liga.

Ci sono anche Inter, defilata, e Monaco, in vantaggio, su Cerci, ma il Milan prova a superare la concorrenza grazie alla proposta che Galliani avanzerà al presidente del Torino Urbano Cairo durante a margine della riunione odierna in Lega Calcio.

Galliani e Cairo si erano già incontrati ai primi di luglio per parlare di Cerci, ma il presidente del Torino aveva rimandato tutto a casa del discorso Europa League. I granata, infatti, devono affrontare i preliminari e non vogliono farlo senza la propria stella. Ma dopo?

Il Monaco, così come l'Atletico Madrid, può offrire decisamente più milioni per Cerci. Il Milan punta all'amicizia con Cairo e una promessa. Prende tempo in pratica, in attesa di racimolare più di 10 milioni e compiere l'accelerata per l'attaccante del Torino e della Nazionale.

Galliani è intenzionato a proporre a Cairo un discorso di fine calciomercato: lascerebbe Cerci al Torino fino al 28 agosto qual ora i granata dovessero superare i due preliminari di Europa League prima della fase a gironi. Dopo l'approdo alla vera e propria campagna continentale, magari con l'aiuto del numero 11, potrebbe arrivare la cessione.

Robinho dovrebbe salutre a breve la compagnia Milan, ma intanto le pretendenti per il suo acquisto (Cruzeiro, Santos, Flamengo) continuano a superarsi l'un altra. Rendendo ancora lontano l'ufficialità della sua partenza dal rossonero. Per acquistare Cerci o qualsiasi altro avanti, serve la sua cessione e l'addio ai 6 milioni lordi d'ingaggio.

Oltre Cerci il Milan tiene alta la guardia per Douglas Costa, desideroso di lasciare Shakhtar e la guerra ucraina. Come altri compagni non è tornato in città e non ha la minima intenzione di farlo. L'agente è il noto Kia Joorabchian, lo stesso di Tevez e Taarabt.

Proprio per quest'ultimo rimane aperta la porta, vista la mancata convocazione del marocchino per un tour del QPR in Germania. Se gli inglesi non abbasseranno le cifre (quei fatidici 7 milioni) la nuova trattativa non potrà peò nemmeno rinascere.

La prima alternativa a Cerci è Douglas Costa, con Taarabt in più solo qual ora dovesse essere ceduto Mario Balotelli. Per ora nessuna vera novità per il Milan, solo nuove ipotesi con cui portare una ventata fresca in avanti.

Sullo stesso argomento