thumbnail Ciao,

Il Milan, sempre a caccia di esterni, lavora alla pazza idea Florenzi. Il giocatore, ormai chiuso alla Roma, potrebbe essere il nuovo Zambrotta. Ma occhio alla Fiorentina.

  Luca Momblano
Corrispondente mercato per Goal Italia

Alessandro Florenzi e la "sua" Roma, prove di rinnovo: il discorso è ancora a metà strada. Alessandro Florenzi e la Roma, pensieri strani: lasciarsi per non scontentare nessuno. Due possibili titoli con catenaccio per il caso che sta facendo discutere nella Capitale, secondo solo a quello relativo a Benatia, un bivio decisivo. Per il centrocampista offensivo, ma molto duttile, già capitano della Primavera della Roma sono ore calde: lo pressa la Fiorentina, Sabatini prende tempo con una proposta di rinnovo fino al 2018 che non soddisfa ancora l'entourage del calciatore (l'unico tra i potenziali titolari a stare ben al di sotto del milione di euro a stagione), il Milan ci lavora su da due anni quando sembrava che alla Roma però fossero soltanto fallimenti tecnici in serie.

Le notizie sono tre: Florenzi vorrebbe proseguire in giallorosso ma sente anche la pressione dei tanti neo arrivati nel ruolo che gli ha proposto Garcia; il Milan lavora ancora sottotraccia ma attende di realizzare almeno un paio di cessioni (almeno Balotelli e Robinho, ma potrebbero non bastare) per accontentare Inzaghi che ha chiesto Cerci e Biabiany.

Intanto c'è un El Shaarawy da rivitalizzare e quel pensiero di Galliani e staff che rivedono in Florenzi un possibile giocatore con evoluzione alla Zambrotta. Il cartellino non è ufficialmente sul mercato, ma nell'ambiente in molti sanno che con 15 milioni la Roma potrebbe pensarci (non ha neppure emergenze particolari per i calciatori obbligatori provenienti dal vivaio).

Non a caso il viola Pradè ci crede ancora, pungolato anche dalle volontà di Montella. In ballo ci sono gli ottimi rapporti tra i due club dimostrati anche 12 mesi fa con l'affare Ljajic: lì il Milan fu tagliato fuori quasi all'ultimo momento, ma questa volta i rossoneri si tengono pronti per un possibile controsgambetto nel caso in cui la Roma dovesse realmente puntare, molto a sorpresa, su questa plusvalenza.

Sullo stesso argomento