thumbnail Ciao,

L'Inter ha preso M'Vila, manca solo l'annuncio ufficiale ma l'operazione è definita: prestito con diritto di riscatto fissato a 9M. Ora si conta di chiudere con Medel...

  Fabrizio Romano
Corrispondente Inter per Goal Italia

Certi amori non finiscono, certi altri faticano terribilmente anche solo a iniziare. Chiedetelo a Yann M’Vila, un mese e mezzo a rincorrere i dirigenti del Rubin Kazan per farsi dare l’ok e volare all’Inter. Che formalmente, l’affare lo aveva chiuso da tempo. Adesso è praticamente tutto fatto, sembrava impossibile eppure è vero: prestito annuale con pagamento di un indennizzo minimo (formalmente, la base è quella di un prestito gratuito) con diritto di riscatto attorno ai 9 milioni di euro.

Così l’Inter ha preso M’Vila, in attesa che arrivi l’ultimo fax controfirmato dal Rubin Kazan che ha dato il suo ok definitivo già verbalmente a queste basi di trattativa. E Yann, ormai da giorni in ‘sosta forzata’ a Milano da dove ha giurato di non muoversi finché non avrebbe firmato con l’Inter, ha mantenuto la promessa: voleva solo vestire nerazzurro, si era ‘messaggiato’ con Mazzarri, da settimane permanentemente in contatto con Ausilio.

Nel pomeriggio di oggi, è arrivato in sede per prendere la sua nuova maglia, confezionare le foto di rito e firmare il suo contratto con l’Inter. Un accordo già siglato a forza di strette di mano da settimane: M’Vila ha addirittura rinunciato alla buonuscita dal Rubin pur di sbloccare l’operazione, dai 3 milioni stagionali più premi che guadagnava in Russia adesso si è accordato con l’Inter per poco più di 1 milione a stagione più bonus.

Legati a obiettivi personali (presenze in campionato e in Europa) ma anche di squadra (posizionamento in campionato e in Europa League), fino a poter superare un milione e mezzo. E se l’Inter dovesse arrivare a posizionarsi in Champions League oppure a vincere l’Europa League, si arriverebbe a circa 1,8 milioni. Cifra comprensibile, ma decisamente più bassa rispetto a quei 3 milioni con il Rubin cui M’Vila ha voluto rinunciare pur di liberarsi dalla prigione d’oro di Kazan.

E non è finita qui. Perché a fargli compagnia in mediana – dalla prossima settimana – potrebbe arrivare anche Gary Medel. L’Inter è ferma sulla sua posizione: l’idea è chiudere a circa 7/8 milioni pagabili in cinque anni, un’operazione a titolo definitivo su cui poter forzare con il Cardiff puntando sul sì del giocatore. Perché Medel ha già accettato verbalmente un quinquennale da 1,8 milioni stagionali con l’Inter. E il Cardiff – retrocesso – non può pretendere troppo.

La strategia della pazienza può essere vincente, c’è ottimismo per l’affare Medel. L'agente del giocatore ha programmato il viaggio in Italia per chiudere con l'Inter appena verrà trovato l'accordo definitivo tra i nerazzurri e il Cardiff.

Mazzarri resta fiducioso sulla buona riuscita della trattativa. Fu lui il primo a fare il nome di Medel un mese fa, tra i profili per la lista dei mediani all’epoca affollata da piste diventate irraggiungibili, come Obi Mikel e Javi Garcia. Il mercato è così, si evolve e ti sorprende. E giurano che gli amori che più faticano a iniziare, poi, siano quelli più solidi. Chiedere a M’Vila per credere.

Sullo stesso argomento