Panchina Milan, Berlusconi 'congeda' Seedorf: "Ho già in mente il nuovo allenatore, me stesso"

Il patron del Milan Berlusconi: "Ho già in mente il nome del nuovo allenatore". Si parla di Luciano Spalletti, difficile Montella.

Sembra oramai scritto, ma in negativo, il futuro di Clarence Seedorf sulla panchina del Milan. A maggior ragione dopo le parole del patron rossonero Silvio Berlusconi, il quale, nella giornata di venerdì, ha pizzicato indirettamente l'olandese, affermando di avere in mente il prossimo allenatore e di aver trovato, nelle sue ore di servizi sociali a Cesano Boscone, delle persone che avrebbero potuto tenere a bada lo spogliatoio di Milanello.

A riconfermare che non sarà Seedorf il condottiero nella prossima stagione, la 2014-2015, è stato sempre Berlusconi. Milan Channel riporta un succoso retroscena: dopo aver affermato a 'Telelombardia' di "avere già in mente un nome per il prossimo allenatore del Milan", pare che il presidente rossonero, a microfoni spenti, abbia aggiunto "Silvio Berlusconi", autocandidandosi ironicamente per la panchina del Diavolo. Battute a parte, tutte le strade sembrano adesso portare all'ex-tecnico dello Zenit Luciano Spalletti. Tra gli altri nomi circolanti che piacerebbero a Berlusconi c'è anche quello di Montella, pista però molto difficile.

A questo si aggiunge una piccola curiosità: nella giornata di venerdì sono stati beccati insieme a cena l'attuale amministratore delegato Adriano Galliani, l'ex-direttore sportivo Ariedo Braida e l'ex-allenatore Massimiliano Allegri. Chiaro che sembra difficile poter ipotizzare un rientro del tecnico toscano in panchina. Ma si sa, nel calcio oramai non c'è mai da meravigliarsi di nulla...