thumbnail Ciao,

Il giorno dopo la conquista matematica del terzo Scudetto consecutivo da parte della Juventus, l'Ad Beppe Marotta preannuncia incontri con Conte e Pogba per i rinnovi.

E sono 3 di fila, come Carcano negli anni '30. La Juventus di Antonio Conte si porta a casa il terzo Scudetto consecutivo senza scendere in campo, grazie allo scivolone della Roma a Catania, ed entra di fatto nella leggenda del calcio italiano, come poche altre squadre storiche. Il giorno dopo, Beppe Marotta racconta come la certezza del trionfo sia arrivata inaspettata nei tempi.

"Pensavamo di dover liquidare la pratica stasera contro l'Atalanta - spiega l'Ad della Juventus ai microfoni di 'Radio Anch'io Sport' - Nessuno si sarebbe aspettato la sconfitta della Roma a Catania, quindi è stato del tutto inaspettato. Onore ai giallorossi, per la stagione che hanno fatto. Purtroppo per loro, però, sono capitati in una stagione in cui la Juventus ha fatto qualcosa di stratosferico. Indirettamente ci hanno stimolato molto e questo fa loro onore".

Marotta sottolinea poi i meriti bianconeri, considerando un dato nel confronto con la Roma, e nel contempo rassicura Prandelli circa un'eventuale 'spremitura' dei nazionali in questo finale di stagione all'inseguimento di altri record : "Questo gruppo ha disputato molte più partite della Roma, contando l'Europa League e prima la Champions, e molti giocatori sono annoverati tra le fila delle proprie Nazionali. Il record dei punti lascia il tempo che trova, nel palmarès resta la vittoria dello Scudetto e quindi Conte pianificherà il lavoro anche in base al Mondiale di giugno, essendo lui come noi molto collaborativo con l'Italia".

L'uomo mercato della Juventus torna poi sulle questioni relative ai rinnovi contrattuali di Conte e Pogba, partendo dalla situazione del tecnico: "Il nostro allenatore è uno dei migliori al mondo in questo momento. E' capace di abbinare le proprio conoscenze calcistiche, il suo credo, alle motivazioni enormi che sa dare alla squadra. Il suo grande lavoro non lo svolge durante la partita ma nella preparazione settimanale ad ogni gara. Conte, io e il presidente ci incontreremo a bocce ferme, per noi lui è un patrimonio. Lo faremo al più presto, in settimana, perché vogliamo andare avanti con lui".

Marotta rassicura i tifosi anche su Pogba: "Abbiamo incontrato gli agenti del giocatore ed espresso il nostro desiderio di allungare il contratto, spero che nel giro di 15 giorni la situazione possa risolversi, non si può immaginare una sua partenza". Il dirigente bianconero è tuttavia schietto sulle strategie per colmare il gap col gotha europeo: "Pecchiamo di esperienza e di mentalità europea, che possono arrivare solo con il lavoro. Non possiamo, però, agire sul mercato come gli sceicchi fanno altrove, sia nel rispetto del fair play finanziaro e sia perché vogliamo dare continuità al nostro progetto..."

Get Adobe Flash player

 

Sullo stesso argomento