thumbnail Ciao,

Ultimo Derby per Tassotti, Robinho e compagnia? Intanto nuovamente convocato El Shaarawy, mentre Nocerino annuncia il ritorno dopo il prestito.

Finale di campionato, fine delle stracittadine, fine al futuro. E' un Derby decisamente meno importante rispetto al passato quello che Milan e Inter disputeranno questa sera a San Siro, ma non per questo con meno spunti di calciomercato, Europa e dominio milanese.

L'Inter a caccia, come da diktat Thohir, prima della qualificazione in Europa, troppo importante per calciomerato, marketing e prestigio internazionale, poi della vittoria nel Derby. Certo, per la prima serve la seconda, ma il punto cardine dei discorsi nerazzurri è stato uno e uno solo: pensare ad una partita come le altre per tornare a sfidare squadre estere.

Anche il Milan di Seedorf è a caccia dell'Europa, magari di quel sesto posto per il quale lottano Torino, Verona, Lazio e Parma, visto che il quinto, attualmente, pare proprio nelle mani dei cugini rossoneri, avanti in classifica di cinque punti.

Si decide oggi e nelle prossime due gare il futuro di alcuni rossoneri, che comunque parleranno con la società solo al termine dell'annata. Con l'ombra di Inzaghi su Seedorf, diversi suoi giocatori potrebbero non far parte del Milan 2013/2014, in Europa o meno.

Torna alla base Antonio Nocerino dopo la salvezza in Premier ottenuta con il West Ham insieme al concittadino Marco Borriello: "Si ritorna in Italia. Grazie Hammers per l’esperienza" il post apparso sul profilo Instragam del centrocampista italiano nella giornata di ieri.

Dovrebbe salutare le stracittadine milanesi Mauro Tassotti: dopo quarant'anni rossoneri potrebbe seguire Allegri sulla panchina del Tottenham. In dubbio Abbiati, Amelia, Coppola ed Emanuelson, in scadenza di contratto, oltre a Robinho e Mario Balotelli.

Torna convocato Stephan El Shaarawy dopo tempo immemore, dopo l'ultima gara contro l'Ajax ai gironi di Champions e l'ultimo goal a febbraio 2013, proprio nel derby di ritorno, 1-1 firmato Faraone per il Milan e Schelotto per l'Inter.

Il suo futuro, invece, non si può certo ancora scrivere. L'anno scorso l'Anji offrì diverse decine di milioni per portarlo in Russia, si fecero avanti tanti club europei e italiani. Nell'ultimo anno, causa discesa e infortuni, il suo prezzo è calato sensibilmente, ma il Milan, con Barbara Berlusconi in primis, crede in lui.

Abbastanza stupido parlare di calciomercato in uscita per un giocatore appena convocato dopo mesi e mesi, ma di certo, con la rivoluzione del Diavolo in corso, non esistono incedibili. Rifondare e ripartire, per tornare grandi.

Get Adobe Flash player

 

Sullo stesso argomento