thumbnail Ciao,

Il futuro di Ciro Immobile sembra essere sempre più lontano dall'Italia: dopo il Borussia Dortmund, anche l'Atletico Madrid ha bussato per lui

  Romeo Agresti
Corrispondente Juventus per Goal Italia

L’irrefrenabile voglia di portare via Ciro Immobile dall’Italia. Questo emerge dagli ultimi, fondati, chiacchiericci di mercato. E se il Borussia Dortmund ha già pronta un’offerta da sottoporre all’attenzione di Juventus e Torino, anche l’Atletico Madrid pondera una possibile offensiva da sferrare, così come in Inghilterra, per il momento a fari spenti, non sono certamente insensibili alla materia. Insomma, il grande calcio europeo si muove attorno al bomber di Torre Annunziata, astro nascente del movimento azzurro, pronto a decollare agli ordini di Cesare Prandelli in direzione Brasile.

Il percorso di crescita di Immobile procede a gonfie vele, a 24 anni s’è ritrovato a lottare per conquistare il primato di capocannoniere nella massima serie, reti importanti che hanno spinto i granata in posizioni prestigiose, marcature che hanno suscitato l’attenzione dei top team, pronti a fare carte false pur di centrare l’obiettivo. Il Toro, ufficialmente con i propri dirigenti, dichiara di voler trattenere il proprio (al 50%) gioiello, mentre la Juventus non si espone e valuta attentamente le mosse da attuare al termine della stagione. Fondamentalmente è il gioco delle parti, in ballo c’è una compartecipazione spinosa da definire e, sebbene tra le due sabaude i rapporti siano ottimi, business è pur sempre business.

Cedere Immobile all’estero, d’altro canto, potrebbe comportare un doppio beneficio: i granata, con la liquidità ricavata, investirebbero prontamente in funzione dell’aumentare il tasso qualitativo della rosa. I bianconeri, intenzionati ad acquistare elementi duttili e di spessore, userebbero il denaro per allargare gli orizzonti tecnico-tattici, seguendo dettagliatamente quanto richiesto espressamente da Antonio Conte in vista della prossima stagione.

L’esplosione, pur considerando la grande lungimiranza profusa da Cairo e soci, ha difatti scombinato i piani delle due società, le quali presto si incontreranno per fare il punto della situazione e, soprattutto, per scongiurare il pericolo buste. A tal proposito, secondo quanto raccolto da Goal Italia nelle ultime ore, questo scenario difficilmente si consumerà, portare la faccenda per le lunghe non agevolerebbe nessuno, meglio accordarsi per tempo senza esasperare la storia.

E il giocatore? Pone unicamente l’attenzione sul finale di campionato. Immobile e compagni lottano per obiettivi importanti e, parallelamente, acquisire la leadership nella classifica marcatori sarebbe motivo d’orgoglio per l’intero ambiente. Non è ancora tempo di mercato, qui la missione scatterà post Fiorentina-Toro, match che chiuderà la splendida stagione granata.

Intanto, però, il Borussia Dortmund continua a lavorare con grande discrezione, Jurgen Klopp ha identificato nel bomber campano il degno erede di Robert Lewandowski, sponsor di enorme lusso, abituato da sempre nell’individuare talenti di caratura internazionale. E sempre senza clamore, a testimonianza di come in questo affare ogni minimo passo debba essere effettuato nel silenzio più totale, i tedeschi dialogano con l’entourage del centravanti, mettendo sul piatto cifre considerevoli.

I gialloneri ci provano, attendono di capire come chiuderanno il cerchio Juventus e Toro, e iniziano a monitorare anche le azioni degli altri club interessati. L’Atletico Madrid ha sondato la pista, in Premier League sornioni valutano. Tutti folgorati dalle prodezze di Super-Ciro.

Sullo stesso argomento