thumbnail Ciao,

Simone Scuffet rossonero mancato: a gennaio Milan e Udinese avevano trovato l'accordo sulla base di 1M per la comproprietà, poi il 'no' della famiglia per motivi scolastici.

Un destino da 'sliding doors', quello che sta caratterizzando la carriera di Simone Scuffet. Il talentuoso portiere dell'Udinese poteva essere del Milan appena un paio di mesi fa, ma l'affare saltò a causa dell'opposizione dei genitori che fecero prevalere motivi scolastici.

Il retroscena di mercato viene svelato dal 'Corriere della Sera', secondo cui a gennaio il tecnico della Primavera rossonera Filippo Inzaghi voleva inserire un estremo difensore nel proprio organico e Galliani aveva subito sondato il terreno con la famiglia Pozzo per Scuffet.

Accordo trovato, un milione di euro per il trasferimento del 50% del cartellino del gioiellino friulano dal club bianconero al Milan: ma senza fare i conti con la volontà della famiglia del ragazzo, principalmente desiderosa che il figlio terminasse gli studi in quel di Udine.

Scuffet, 17 anni, è al quarto anno dell'istituto commerciale e i genitori non hanno accettato che Simone finisse l'anno in un'altra città. "Signora, ci sono ottime scuole anche a Milano", Galliani ha anche provato a convincerli trovando però davanti un muro.

Forse è stato un bene, visto che ha saputo prendersi contro ogni previsione i pali dell'Udinese al posto di Brkic e ambisce addirittura ad un posto nei 23 di Prandelli per il Mondiale. Storie di vita... e di calcio.

Sullo stesso argomento