thumbnail Ciao,

Il presidente del PSG è felice per la vittoria della sua squadra contro il Chelsea nell'andata dei quarti di Champions. Riguardo Cavani, poi, è certo che rimarrà ai Bleus.

Vittoria importante quella del Paris Saint-Germain, ieri, contro il Chelsea nell'andata dei quarti di Champions League. Un 3-1 che mette Lavezzi e compagni in pole position per la qualificazione alle semifinali rispetto ai Blues. Una vittoria che ha entusiasmato anche il presidente del club parigino Al Khelaifi.

"Sono molto felice per questo risultato e per la qualità di gioco mostrata - ha detto il patron del PSG ai microfoni di RMC - E' stata una grande serata, storica per il calcio francese non solo per il PSG. Sono felice anche per i nostri fans. Comunque si tratta solo del primo tempo della sfida, il secondo si giocherà a Londra e il nostro allenatore e i giocatori lo sanno bene. Mancano ancora novanta minuti per decidere chi si qualificherà per le semifinali".

A Stamford Bridge mancherà, però, Zlatan Ibrahimovic, che ieri ha riportato un infortunio muscolare che lo terrà out per almeno un mese, come spiega lo stesso Al Khelaifi... "Siamo ancora in attesa dei risultati degli esami - ha detto - ma credo che dovrà stare fermo per almeno quattro settimane. E' impossibile recuperi in tempo per il match di ritorno col Chelsea".

E con un piede già in semifinale, sognare di poter vincere la Champions non è vietato... "Se possiamo vincere la Champions quest'anno? Perchè no? Nel calcio tutto è possibile - ha detto ancora il patron del PSG - Sin dal primo giorno in cui abbiamo investito nel club avevamo detto che il nostro obiettivo era vincere la Champions League entro cinque anni. Da allora sono passati due anni e mezzo e se il successo arrivasse quest'anno sarebbe fantastico. Noi vogliamo vincere tutto quest'anno: la Ligue 1, la Coppa di Francia e la Champions League".

Riguardo poi il futuro di Edinson Cavani, che nei giorni scorsi non aveva nascosto di volere in un futuro più o meno prossimo approdare alla Premier League, anche perchè al PSG deve adattarsi a giocare in un ruolo non propriamente suo, Al Khelaifi è netto: "Cavani è un giocatore troppo importante per noi. Professionale, generoso sul campo... un giocatore che dà sempre il cento per cento".

"Giocare in un altro ruolo non dipende da lui ma dall'allenatore e questo lo capisce anche lui - ha proseguito Al Khelaifi - Cavani potrà parlarne con lo staff tecnico e la società, ma la decisione finale sarà comunque che rimarrà qui con noi. E' una delle nostre stelle, ovvio che rimanga".

Al Khelaifi si augura rimanga al PSG anche il tecnico Laurant Blanc... "E' un grande allenatore e sono felice per quanto sta facendo qui - ha detto ancora il presidente del club parigino - Spero rinnoverà il contratto già questa settimana. E' contento qui al PSG e il club è contento di lui, non vedo motivi per cui non rimanga qui con noi. Posso confermarlo già ora: Blanc rimarrà al PSG".

Si continua a parlare di un PSG voglioso di mettere le mani sulla stella della Juventus Paul Pogba, ma Al Khelaifi taglia corto: "Non abbiamo bisogno di nuovi giocatori. In difesa abbiamo il migliore, ossia Thiago Silva. A centrocampo abbiamo Motta, Matuidi e Verratti, in attacco Cavani, Ibrahimovic, Lavezzi e Lucas. Insomma, siamo bene attrezzati in tutti i reparti".

Conclusione dedicata al fair-play finanziario: "Stiamo parlando con l'Uefa, ma sono sicuro che non saremo puniti. Ho grande rispetto per il Bayern Monaco, ma loro non devono parlare di noi come noi non ci siamo mai permessi di parlare di loro".

Sullo stesso argomento