thumbnail Ciao,

Erick Thohir, presidente dell'Inter, ha incontrato il direttore generale Fassone, il direttore dell'area tecnica Piero Ausilio e mister Mazzarri. Mercato, obiettivi Torres e Dzeko.

Prova a cambiare l'Inter. Per riportarla in Champions League e magari a competere per tale competizione. Erick Thohir sta compiendo la sua scalata all'interno della Beneamata, con i dubbi prima e le azioni poi. L'obiettivo numero uno è dare un futuro alla società milanese e risanare i debiti.

Ma l'aspetto che più conta per i tifosi, il calciomercato di campioni, non è certo tralasciato. Questo pomeriggio il presidente Thohir ha incontrato iil direttore generale Fassone, il direttore dell’area tecnica Piero Ausilio e l’allenatore nerazzurro Walter Mazzarri per parlare proprio a tal proposito. Acquisti dell'estate 2014.

Negli ultimi giorni Thohir non ha certo escluso che possa arrivare un grande attaccante dalla Premier League. Il nome numero uno è quello di Edin Dzeko, che a giugno potrebbe lasciare il Manchester City dopo almeno due finestre di mercato in cui è andato vicissimo all'addio (Juventus compresa).

Salgono però le quotazioni di Fernando Torres, punta del Chelsea che in Blues non ha mai brillato. Fitti i contatti tra i londinesi e l'Inter, con Abramovich disposto a lasciarlo partire senza tirare troppo la corda. Del resto lo spagnolo ha appena compiuto trent'anni, età non più da Niño.

Acquistato per quasi 60 milioni di euro nel gennaio del 2011, Torres è riuscito a vincere tutto con il Chelsea, dalla Premier all'Europa League, passando per la Champions. In carriera ha trionfato anche con la propria Nazionale, facendo parte della Spagna leggendaria capace di portare a casadue Europei e un Mondiale.

Ora anche lui si guarda attorno, consapevole di aver segnato appena 19 reti in Premier con la maglia del Chelsea dopo la caterva di goal con il Liverpool. Pensa al futuro, consapevole dell'interesse dell'Inter. La destinazione che dopo il Mondiale potrebbe rilanciarlo.

Non una strada completamente in discesa quella del trasferimento all'Inter, ma nemmeno in salita. La trattativa è appena iniziata, come le discussioni tra i capi nerazzurri. Il mercato riserva sempre qualche sorpresa e gioia, per la Beneamata potrebbe essere spagnola. Non più niña, semplicemente matura.

Sullo stesso argomento