thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Immobile vuole restare al Toro, ma la Juventus smentisce di avere un accordo con la società granata per il riscatto dell'attaccante.

  Romeo Agresti
Corrispondente Juventus per Goal Italia

La vita calcistica è fatta così, passare dalle stelle alle stalle, e viceversa, è un attimo. Sopravvalutato, astro nascente, attaccante modesto, punta prolifica da top team. Ciro Immobile vive un periodo grandioso della propria carriera, 18 reti in 28 presenze stagionali con il Torino, club bravo a credere nelle qualità del bomber campano, finito prematuramente nel dimenticatoio nell’esperienza genoana, società che non ha creduto minimamente nelle capacità dell’attuale idolo del popolo granata.
 
Cairo e Petrachi, dal canto loro, sono stati bravi ad annusare l’occasione e, nell’ambito dell’affare Ogbonna, si sono assicurati in compartecipazione un pezzo, eufemismo, pregiato. Inoltre, complice l’ottimo operato di Giampiero Ventura, la valorizzazione tecnica e patrimoniale s’è rivelata totale, consegnando difatti un’arma in più a Cesare Prandelli, seriamente intrigato dall’opportunità di portare Immobile in Brasile.
 
Il futuro, tuttavia, è un enigma. Nel torinese, secondo i bene informati, pareva esistesse un accordo verbale, voce smentita nelle ultime ore dalla Juventus a Goal Italia. I bianconeri, infatti, hanno capito di detenere il 50% di un elemento importante e, seppur con i granata i rapporti siano ottimi, urge sedersi attorno a un tavolo per analizzare attentamente la situazione.
 
Immobile, dal canto suo, vorrebbe proseguire la sua avventura con Ventura e soci, volontà comunicata al suo entourage, messaggio pervenuto in casa Cairo. Il Torino, a differenza degli altri ambienti recentemente coinvolti, ha puntato tutto sul 24enne di Torre Annunziata e, questo attestato di fiducia, è stato abbondantemente (prima) apprezzato e (poi) ripagato dall’attuale vice-capocannoniere della massima serie.
 
Granata e bianconeri, costantemente in contatto, presto si incontreranno per fare chiarezza. Sullo sfondo, inoltre, ci sono altri nomi che potrebbero entrare nel calderone, ma per il momento in corso Galileo Ferraris, concentrati principalmente sul rettangolo di gioco, intendono definire la vicenda Immobile per poi, qualora si dovessero sviluppare interessanti opportunità, estendere il discorso.
 
Il Torino, sostanzialmente, ha in mano il placet del diretto interessato e, attraverso i dettami venturiani, intende costruirgli attorno una compagine di qualità. La Juventus, dal canto suo, vuole fare luce sul lato economico. Intrigo a tutto tondo.

Sullo stesso argomento