thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - La Lazio e il giovanissimo talento Keita hanno raggiunto l'accordo per il prolungamento del contratto fino al 2017. Ingaggio a crescere, da 400.000 a 600.000 euro.

  Manuele Baiocchini
Giornalista Sky, corrispondente Goal Italia

Il secondo passo nella costruzione della Lazio del futuro è fatto. O quasi. Dopo l'ufficializzazione di Djordjevic, Keita è a un passo dal rinnovo del contratto. Nei prossimi giorni firmerà un prolungamento fino al 2017. Un accordo con base di partenza a 400 mila euro, destinato a salire automaticamente nel corso degli anni e anche grazie ai bonus inseriti, relativi a gol e presenze del diciannovenne spagnolo di origini senegalesi. Keita nella stagione 2016/17 arriverà a guadagnare 600 mila euro.

Non è stato facile perchè il talentino biancoceleste strappato al Barcellona era già finito nell'orbita di club importanti. Il Manchester United aveva mandato un osservatore a studiarlo in un paio di partite ma la Lazio, per evitare che il ragazzo potesse farsi ammaliare, ha subito voluto adeguargli il contratto per scacciare i pretendenti.

Il direttore sportivo Tare e il presidente Lotito ne hanno iniziato a parlare con i suoi procuratori Ulisse Savini e Letterio Pino dopo la cessione di Hernanes. Incontri e telefonate con cadenza settimanale per arrivare al punto. Anche perchè, venduto il Profeta, a Keita era stata attaccata l'etichetta di "Profetino", il giocatore cioè che doveva, deve e dovrà provare sostituire il brasiliano senza farlo rimpiangere nella mente dei tifosi. Impresa difficile ma non impossibile per un ragazzo che ha dimostrato numeri e classe da piccolo fuoriclasse.

Aveva convinto Petkovic, ha fatto lo stesso con Reja, uno che storicamente non è del tutto propenso a lanciare i giovani ma che per Keita ha chiuso un occhio e ha scelto di lanciarlo titolare in questo finale di stagione. Lui lo sta ripagando con giocate brillanti e gol decisivi come quello di Cagliari o quello meno fortunato di Sofia che non ha comunque consentito alla Lazio di passare il turno.

Ha voluto scommettere sul suo futuro Keita. La Lazio gli aveva proposto un contratto di cinque anni, lui ha voluto scegliere di prolungare invece soltanto di tre, cioè fino al 2017. Anchè perchè se dovesse migliorare, anno dopo anno, poi avrebbe maggiore forza contrattuale e libertà di scelta: rimanere a lungo a Roma se la squadra dovesse tornare ad avere prospettive di vertice e visione internazionale oppure valutare altre proposte nel caso in cui la Lazio dovess confermarsi squadra e progetto di ambizioni limitate come sta succedendo in questa stagione.

Il futuro dunque è nelle sue mani, ma certamente fra qualche giorno, anche molto di più nelle mani della Lazio, che come successo con il videomessaggio di Djordjevic, vuole fare un annuncio in grande stile e su Lazio Style, il canale tematico della società. Chissà se questo aiuterà Lotito a ritrovare qualche consenso tra la tifoseria. Per adesso i segnali sono tutt'altro che confortanti in questo senso. Contro il Milan i tifosi torneranno ad affollare lo stadio Olimpico, ma la certezza in questo momento è che Lotito troverà ancora una volta un ambiente ostile nei suoi confronti.

Sullo stesso argomento