thumbnail Ciao,

Galliani è l'obiettivo neanche tanto nascosto delle ultime 'bordate' riservategli da Berlusconi. Parole non smentite, che mettono sempre più all'angolo l'Ad del Milan. E il Real...

"Squadra costruita male", anzi di più, perchè l'obiettivo della cannonata fosse chiaro: soldi spesi malissimo, visto che quell'Atletico Madrid che ha fatto fuori il Milan dalla Champions ha un monte ingaggi dimezzato. Le ultime parole di Silvio Berlusconi sullo sdrucito Diavolo dei tempi recenti sembrano proprio voler mettere sul banco degli imputati il vecchio sodale Adriano Galliani.

Frasi che riecheggiano quelle praticamente identiche pronunciate dalla figlia Barbara qualche mese fa e dalle quali era nato il 'grande gelo' tra la giovane Berlusconi e lo storico Ad di Via Turati. Al punto che più di uno ha pensato che queste ultime parole siano state 'suggerite' se non richieste da Barbara al padre.

Frasi comunque non rilasciate a microfoni o taccuini, ma riportate dai soliti ambienti politici, come sfogo presidenziale, ma d'altro canto neanche smentite pubblicamente, come sperava il sempre più attapirato Galliani. In attesa di conoscere l'opinione di Berlusconi dalla sua viva voce e scoprire se anche questa volta 'salverà' l'ex antennista monzese, resta il dato di fatto di un terreno sempre più bruciato intorno all'Ad.

L'ambiente sembra aver individuato in Galliani il capro espiatorio massimo, come dimostra la feroce contestazione messa in atto domenica scorsa a San Siro e il dirigente potrebbe davvero cedere per sfinimento, mollando la sua poltrona nella nuova sede, quella di via Aldo Rossi, che è sempre più 'presidiata' dalle truppe giovani e rampanti della battagliera Barbara.

Galliani non resterebbe del resto a spasso nè andrebbe in pensione, visto che gode di grande stima in tutta Europa. Secondo quanto svela 'La Stampa', le proposte tuttora non gli mancano: Ancelotti ad esempio continua a chiedergli di seguirlo al Real Madrid, mica pizza e fichi...

Sullo stesso argomento