thumbnail Ciao,

Piero Ausilio, direttore sportivo dell'Inter, chiude all'ipotesi Iturbe: "Credo che le cifre richieste non siano alla nostra portata, preferisco non illudere nessuno".

Juan Iturbe è l'obiettivo di molti club in giro per l'Italia e l'Europa. L'attaccante del Verona riscalderà il calciomercato estivo, ma non quello dell'Inter. Piero Ausilio, direttore sportivo nerazzurro, confessa senza troppi giri di parole che Iturbe non è alla portata del club di Thohir.

"Non è un pallino di Mazzarri, è un giocatore che piace a tante. È esploso da giovanissimo, poi si è un po' perso e ora si sta riprendendo. Ha grandi qualità, ma credo che siano più le squadre estere a seguirlo. Credo che le cifre non siano alla portata dell'Inter, non voglio creare aspettative che illudono - dice chiaramente Ausilio a 'Sky Sport' - . Giusto dire che conoscendo i numeri per Iturbe non ci sono possibilità".

Molto più realistico il rinnovo di Fredy Guarin: "Ci stiamo lavorando, siamo molto felici per quello di Palacio e stiamo lavorando anche per quello di Guarin. Siamo sicuri che raggiungeremo un accordo a breve, queste cose richiedono sempre tempo".

L'Inter per il momento è quinto in classifica. L'Europa è necessaria ed Ausilio è fiducioso in tal senso: "Quest'anno sfortunatamente non abbiamo impegni infrasettimanali, quindi vado volentieri a vedere partite di Champions ed Europa League. L'Europa non è un obbligo, ma lo sentiamo come un obiettivo alla nostra portata. Abbiamo tutto per riuscirci".

Sullo stesso argomento