thumbnail Ciao,

Milan, serve un centrale di difesa: in brasile di guarda a Doria e Girotto (Botafogo) e Cesar (Ponte Preta). Stam, prossimo collaboratore di Seedorf, promuove Veltman. Ma Umtiti...

Il Milan guarda all'estero in chiave 'green'. Serve un centrale di difesa, possibilmente giovane e a prezzo abbordabile. Per questo Seedorf ha già messo sul piatto un paio di nomi di sua conoscenza provenienti dal campionato brasiliano. Tre le opzioni carioca: Doria (19 anni del Botafogo), Girotto (21 anni, sempre del Botafogo) capace di ricoprire anche il ruolo di stopper e Cesar (27 anni del Ponte Preta).

Ma il possibile arrivo di Jaap Stam dalla prossima estate nello staff tecnico del Milan, ha messo sotto i riflettori anche Joel Veltman, 22 anni che in questa stagione ha finora collezionato 16 presenze tutte da titolare in Eredivisie con l'Ajax.

L'ultimo nome arriva però dalla Francia. A dirlo è il 'Corriere dello Sport'. Sarà che l'esperienza con Rami sta portando bene, sarà che c'è proprio da sostituire un francese (Mexes) ma l'idea di buttarsi sul classe 1993 Samuel Umtiti del Lione non è poi così remota. Piede sinistro, ottimo fisico, grande sicurezza dimostrata sia col club sia con la Francia U-21, il franco-camerunense è però già sotto i radar di diversi club. In più il Lione, osso duro (lo si è visto con Gonalons) valuta il ragazzo già 8 milioni.

Da questa rosa di nomi potrebbe spuntare chissà, il nuovo Thiago Silva o almeno questa è la speranza di Clarence Seedorf che, accettato l'incarico a metà stagione, dal prossimo giugno vuole a tutti i costi lavorare solo con capitale umano e tecnico scelto personalmente. Per la corsia sinistra, come già detto ieri, con Abate in partenza, resta viva l'opzione Santon.

Sullo stesso argomento