thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Zuniga sembra sempre più destinato all'addio, sulle sue tracce ci sono Juventus e Barcellona. Per la sua sostituzione si guarda in Spagna.

  Marco Giordano
Corrispondente Napoli per Goal Italia

La rivoluzione spagnola, all'ombra del Vesuvio, è iniziata l'estate scorsa, è continuata a gennaio e finirà, nelle intenzioni del generale Rafa Benitez, dopo i mondiali, quando il Napoli diventerà, completamente, il suo Napoli.

Il mercato di luglio sembra lontano, ma il club azzurro sta già pianificando, trovando sempre più certezze. Certezze che non hanno il nome di Camilo Zuniga. Il colombiano si sta allenando ancora a parte, dopo l'intervento al ginocchio, non vede il campo dalla gara con l'Arsenal dello scorso primo ottobre. Un mistero il suo recupero che rumors sempre più insistenti ritengono essere il preludio all'addio al termine della stagione.

Dalla Juventus al Barcellona, restano diversi i club interessati, col Napoli, che forte del fresco rinnovo del contratto, ascolterà offerte di almeno 15 milioni. Con il probabile addio di Zuniga, i fari sono puntati sul mercato spagnolo. Si è parlato a lungo, anche a gennaio, di Juan Bernat, esterno basso mancino del Valencia, che poche ore fa ha rifiutato il rinnovo col suo club.

In Spagna sono convinti che dietro questa mossa ci sia il Real Madrid: con la separazione certa da Coentrao a fine stagione, le merengues stanno cercando l'alternativa a Marcelo. Sfumando Bernat, il Napoli ha nel mirino due obiettivi: Alberto Moreno del Siviglia e Martin Montoya del Barcellona. Moreno viene monitorato da diversi mesi ed il Siviglia ha già rifiutato un'offerta azzurra nello scorso gennaio di poco più di 10 milioni di euro. Il Napoli, però, potrà giocarsi una carta pesante col club andaluso: il contratto di Moreno scadrà nel 2015 ed il Siviglia sarà quasi costretto a cederlo, non potendo neppure far leva sull'interessamento proprio del Real, che ha scommesso su Bernat.

Con 12/13 milioni il Napoli evita un'asta internazionale e si assicura un classe '93 che compirà 21 anni il prossimo primo marzo. Novità importanti anche sul futuro di Montoya: il Barcellona ha provato a prolungare il contratto in scadenza a giugno. Il manager del classe '91, José Maria Orobtig, sta chiudendo i ponti con i catalani per continuare i suoi rapporti con tre club, Liverpool, Roma e Napoli. I Reds sono avvantaggiati, ma l'idea di venire in Italia stuzzica molto Montoya ed il Napoli è pronto ad un sacrificio in più: senza dover accollarsi il costo del cartellino, la società partenopea può proporre anche uno stipendio più alto rispetto ai parametri dei difensori.

Stesso discorso vale per Alvaro Arbeloa: l'esperto terzino del Real è pronto a lasciare la Casa Blanca ed abbracciare il progetto Napoli. Arbeloa ha lo stesso manager di Benitez, Reina, Albiol e Callejon, quel Manuel Garcia Quilon che ha già avviato i contatti. Arbeloa ha compiuto da poco 31 anni ed ha il contratto in scadenza nel 2016. Servono 5/6 milioni per strapparlo dalla capitale spagnola, ma Benitez sta spingendo in prima persona per portarlo in azzurro. C'è un dato che rappresenta la necessità, sottolineata dalla gara col Genoa, di arrivare a calciatori come Arbeloa: l'esperienza internazionale maturata in 57 partite di Champions. Nelle intenzioni tattiche di Benitez, Arbeloa rappresenta un calciatore alla Ivanovic del Chelsea, un terzino marcatore abile anche in zona cross.

Ma, in casa azzurra si guarda anche al futuro. E dopo l'exploit di Rafael, ora condizionato dal pesante infortunio, si continua a guardare in Brasile. In particolare, in casa Cruzeiro. Sono due i calciatori messi nel mirino dello scouting: il mediano Lucas Silva e la punta esterna Everton Ribeiro. Lucas è un classe '93 titolare nella nazionale under 20 carioca e piace per il suo dinamismo e la sua duttilità tattica. Chi, però, potrebbe accendere la fantasia del San Paolo è Ribeiro: 25 anni da compiere il prossimo aprile, è un mancino purissimo che può giocare in tutte le posizioni della linea di trequarti. Il Cruzeiro ha rifiutato a gennaio un'offerta di 12 milioni dal Manchester United, anche il Liverpool si è interessato. Il Napoli, però, è pronto ad intavolare una trattativa che potrebbe rendere inarrestabile la fase offensiva azzurra.

Sullo stesso argomento