thumbnail Ciao,

Stephan El Shaarawy giura fedeltà al Milan: "Non mi sono mai sentito escluso dal progetto, ho avuto una grossa offerta dalla Russia ma ho preferito rimanere in rossonero".

Stephan El Shaarawy scalpita. L'attaccante del Milan, dopo l'intervento al piede, non vede l'ora di tornare a calcare i campi di gioco: "Non voglio più stare fermo, ho tanta voglia di tornare a giocare e far bene". E' un Faraone, insomma, che non sta nella pelle, in attesa del consulto medico, in programma ad Amsterdam, che si annuncia fondamentale.

"Non mi sono mai sentito escluso dal progetto, ho avuto una grossa offerta dalla Russia ma ho preferito rimanere in rossonero, voglio tornare grande col Milan", ha rivelato a 'Sky' El Shaarawy, facendo riferimento alla proposta dell'Anzhi risalente ai mesi scorsi.

Inevitabile chiedergli delle lacrime di Balotelli a Napoli: "Mario ha grandi sentimenti e ha vissuto una settimana particolare, quello è stato un normale sfogo. Tra me e lui c'è un'ottima amicizia, abbiamo parlato tanto in questi mesi". El Shaarawy sogna di comporre assieme a Balo l'attacco della Nazionale ai prossimi Mondiali.

"Voglio tornare a far bene sia al Milan che in azzurro, è chiaro che una cosa sarà conseguenza dell'altra e in tal modo potrei essere chiamato per il Mondiale". A Milanello, intanto, è iniziata l'era Seedorf: "Clarence ha tutto per fare bene, conosce il calcio e sa rapportarsi con noi giocatori. Ho sempre avuto un buon rapporto con lui, anche quando giocavamo assieme, lo stesso con Allegri che mi ha lanciato nel calcio che conta".

E' un El Shaarawy, insomma, che morde il freno a tutto campo: "Sono stati mesi difficili per me, ma non sono sparito, sto recuperando e il piede va sempre meglio. C'è stata tanta sofferenza, non sono mai stato fuori per così tanto tempo". Un Faraone voglioso di riscatto.

Sullo stesso argomento