thumbnail Ciao,

Adriano Leite Ribeiro, ex promessa del calcio mondiale, prova a ripartire dall'Atletico Paranaense alla non più verdissima età di trentuno anni.

L'Imperatore sta tornando, forse. L'ex attaccante dell'Inter, Adriano Leite Ribeiro, smarritosi tra alcol, donne e vita mondana, dopo quasi due anni di totale inattività calcistica prova a ripartire, e lo fa con l'Atletico Paranaense, club che gli ha offerto la possibilità di rimettersi in gioco a trentuno anni suonati.

Adriano, dunque, torna in campo, mettendo nel mirino la Coppa Libertadores. "Oggi sarà un grande giorno. Il gigante tornerà", ha scritto sul proprio profilo Twitter la ROI Esporte, società che avrebbe studiato l'operazione a nome dell'Atletico Paranaense.
Il club acquisisce Adriano con la formula del prestito annuale, facendogli firmare un contratto a rendimento, legato a presenze, goal, vendita di magliette ed eventuali sponsorizzazioni. L'accordo è valido fino alla fine del 2014 e dovrebbe prevedere un ingaggio da circa 30mila euro al mese. L'Imperatore, al lavoro ormai da dicembre, ha firmato appena in tempo per essere regolarmente a disposizione dell'Atletico in Libertadores.

Due anni lontani dai campi di calcio possono bastare, Adriano - fermo dal marzo 2012 - ha voglia di tornare ad essere Imperatore. Sperando di lasciarsi alle spalle i noti problemi di alcolismo e, soprattutto, cercando di fare pace con la bilancia, nemica degli ultimi, travagliati tempi.

Sullo stesso argomento