thumbnail Ciao,

Ha sorpreso parecchio il duro attacco fatto da Di Carlo all'Inter circa le condizioni pessime in cui ha consegnato Belfodil al Livorno. Mazzarri ammette che si allenava a parte...

Nessuno se lo aspettava, almeno nei termini usati. Mimmo Di Carlo - con grande schiettezza ed altrettanta durezza - nel dopo partita del march perso dal suo Livorno contro il Genoa ha attaccato l'Inter per le condizioni atletiche pessime in cui gli ha consegnato Ishak Belfodil, passato in prestito agli amaranto nel mercato appena conclusosi.

"Mi sembra incredibile che un giocatore come Belfodil sia arrivato a gennaio in quelle condizioni. Un giocatore con quelle caratteristiche ha bisogno di giocare con continuità. Mi sembra strano che quando era all'Inter non sia riuscito ad arrivare a una forma accettabile".

Il 22enne attaccante francese naturalizzato algerino si è presentato a Livorno con svariati chili di sovrappeso: "Mi spiace, perchè ci vorrà ancora diverso tempo - ha continuato un amareggiato Di Carlo, dopo averlo visto all'opera nello spezzone di match concessogli - Il ragazzo mi ha detto che si allenava da solo, e anche questa è una cosa strana, impensabile per un investimento di quelle proporzioni".

Un investimento 'pesante' sia per l'Inter, che ha pagato la metà di Belfodil 7,5 milioni più il prestito di Cassano al Parma, sia per lo stesso Livorno ((circa 2 milioni, tra prestito e ingaggio). "Non so cosa sia successo, che problemi ci siano stati tra Belfodil e la società. Che magari avrà avuto le sue ragioni per farlo lavorare fuori dal gruppo", ha concluso Di Carlo.

E l'Inter? Ci si aspettava una smentita, ed invece - al termine del match vinto sul Sassuolo - Walter Mazzarri ha confermato tutto, dando le sue motivazione della vicenda: "Di Carlo si chiede perchè Belfodil pagato così tanto non si è allenato con noi? Chi aveva la testa altrove non poteva lavorare con la squadra che altrimenti ne avrebbe risentito. Lui e altri non c'erano con la testa. Alla fine del mercato Guarin è tornato il gruppo e ha fatto bene. Non devo aggiungere altro nè rispondere a nessuno...".

Mazzarri ha poi ancora una volta piazzato la solita battuta sul rigorista nerazzurro, per quando sarà... "Chi è il rigorista dell'Inter? Lo sceglierò nel momento in cui ci sarà il primo rigore. Radunerò la squadra e lo dirò... Adesso dobbiamo pensare alla prossima partita per tirare fuori il massimo: da domani martellerò il gruppo per far bene a Firenze". Con tanti saluti a Belfodil...

Sullo stesso argomento