thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - La trattativa non sarà delle più facili, l'Udinese darà precedenza alla Fiorentina ma la Juventus è pronta a provarci per Cuadrado.

  Romeo Agresti
Corrispondente Juventus Goal Italia

Archiviata la compravendita invernale, la Juventus inizia a lavorare per rinforzare la rosa in ottica stagione 2014/2015. Tanti i temi in ballo, a partire dai rinnovi (Pogba, Barzagli, Chiellini e Lichtsteiner su tutti), per poi passare ai volti nuovi. E tra questi, nell’immaginario contiano, c’è sempre Juan Guillermo Cuadrado, esterno colombiano in compartecipazione tra Fiorentina e Udinese, vero e proprio obiettivo di mercato.
 
L’affare – neanche a sottolinearlo – è dei più complessi. Nonostante questo, però, Madama opera a fari spenti in maniera attiva, attende segnali e, qualora si sviluppassero prospettive positive, l’offensiva diventerebbe automatica. 

In corso Galileo Ferraris meditano un ribaltone tecnico-tattico, considerano il 25enne sudamericano l’uomo giusto per intraprendere nuovi percorsi e, pur di portarlo sotto la Mole, sarebbero disposti a investire cifre ingenti. A patto, segreto di Pulcinella, che i toscani non lo riscattino a giugno. Condizione primaria.

Tuttavia, come spiegavamo, l’assoluta precedenza inevitabilmente va all’asse Firenze-Udine. I due club, seppur in fase embrionale, hanno iniziato a studiare una possibile intesa e, nelle prossime settimane, è previsto un vertice per approfondire.

La famiglia Pozzo, come da sua consuetudine, non intende fare sconti, così come la truppa gigliata intende acquisire il rimanente 50% di una pedina fondamentale per gli schemi di Vincenzo Montella.
 
La Vecchia Signora monitora, esplora la faccenda con l’entourage del colombiano e, contemporaneamente, studia un piano alternativo, appunto, Alessio Cerci del Torino.

Con Alessandro Lucci, agente di Cuadrado, nonché procuratore tra gli altri di Mirko Vucinic, i contatti sono costanti. L’a.d. Beppe Marotta e il d.s. Fabio Paratici, pur rispettando l’operato delle due società detentrici del cartellino, proveranno a giocarsi le proprie carte.

Diversi giovani di proprietà juventina, giustappunto, potrebbero stuzzicare la fantasia di Guidolin e soci, mentre il resto lo farebbero gli ottimi rapporti consolidati negli ultimi anni; vedi la doppia operazione Asamoah-Isla.
 
La Juventus, che vanta una corsia preferenziale con l’Udinese, un tentativo lo farà. Conte, dal canto suo, spera che ci possano essere sviluppi favorevoli. D’altronde, si sa, al primo posto della lista dell’allenatore salentino c’è proprio Cuadrado. Superfluo aggiungere altro.


Sullo stesso argomento