thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - La Juventus, grazie ad una mossa repentina, è riuscita ad ottenere il si di Osvaldo. L'attaccante vuole l'Italia, ma non l'Inter.

  Romeo Agresti
Corrispondente Juventus Goal Italia

Svolta nel tardo pomeriggio di ieri. Pablo Daniel Osvaldo e la Juventus sono vicini, anzi, vicinissimi. Madama, avvalendosi del prezioso contributo di un noto intermediario sbarcato a Londra, è riuscita a limare concretamente le distanze con il Southampton, imbastendo un affare sulla base del prestito oneroso con diritto di riscatto.
 
L’a.d. Beppe Marotta e il d.s. Fabio Paratici, in stretto contatto con l’entourage del centravanti argentino naturalizzato italiano, con una mossa rapida, decisa e sostenuta da Antonio Conte, sono riusciti ad ottenere il consenso del giocatore, il quale preme per il trasferimento in bianconero.
 
Il Valencia, tuttavia, nelle ultime ore ha provato a battere la concorrenza della Vecchia Signora. Missione fallita. Osvaldo vuole lavorare con il tecnico salentino, ritiene che il trasferimento nel torinese possa rivelarsi proficuo per il prosieguo di carriera e, soprattutto, vorrebbe ritornare in Italia. Ma non all’Inter.
 
I nerazzurri, infatti, hanno tentato l’approccio con gli agenti dell’ex giallorosso, scontrandosi immediatamente contro una realtà complessa. Il bomber 28enne nato Buenos Aires, secondo quanto raccolto da Goal Italia, avrebbe perentoriamente declinato la prospettiva di approdare alla corte di Walter Mazzarri, facendo così virare i lombardi su altri obiettivi.
 
Juventus e Southampton si parlano, oltremanica vogliono concretizzare la cessione per eliminare un problema, i campioni d’Italia hanno individuato in Osvaldo il giusto uomo per rinforzare l’attacco. E, per affondare definitivamente il colpo, sotto la Mole si attende un’uscita; quella di Mirko Vucinic.
 
Il montenegrino continua a premere per il passaggio all’Inter. Pista difficile. Per questo motivo il suo procuratore, Alessandro Lucci, ha ripreso i contatti con l’Arsenal. I gunners, complice la recente telenovela sull’asse Torino-Milano, non vanno oltre al prestito con diritto di riscatto.

Una proposta che non ha mai trovato terreno fertile in corso Galileo Ferraris, ma che potrebbe rivelarsi l’unica via d’uscita per l’immediato. L’ultima parola spetterà ad Arsene Wenger, manager degli inglesi, risposta che dovrebbe arrivare nella mattinata odierna. Senza tergiversare: sì o no. Stop.
 
Osvaldo ha già le valigie pronte, attende soltanto un segnale per imbarcarsi verso il ritorno nel Belpaese. Motivo per cui, in maniera concreta, la Juventus si appresta a chiudere rapidamente un affare destinato a soddisfare tutte le parti chiamate in causa. Contemporaneamente, però, si dovrà chiudere anche il caso Vucinic. Londra per il montenegrino continua ad essere piazza gradita. Attesi sviluppi importanti.

Sullo stesso argomento