thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - La Juventus ha in programma un incontro per l'Inter per riallacciare il discorso Vucinic e ritentare l'assalto a Guarin. Se l'ex Roma va via, c'è l'idea Osvaldo.

  Romeo Agresti
Corrispondente Juventus Goal Italia

Juventus e Inter tornano a colloquiare. E questa è già indubbiamente una notizia. Seppur l’incredibile vicenda Vucinic-Guarin non sia stata ancora digerita in corso Galileo Ferraris, qualche passo in avanti sotto il profilo diplomatico nelle ultime ore è stato fatto. I nerazzurri – sostanzialmente – continuano a lavorare per cercare di portare, questa volta realmente, il 30enne centravanti montenegrino alla Pinetina. I bianconeri, dal canto loro, forti di un accordo verbale con il 27enne centrocampista colombiano, provano a riaprire uno scenario complesso, soprattutto per quanto concerne l’aspetto ambientale. Insomma, operazione dall’alto coefficiente di difficoltà.
 
In agenda tra i due club è stato fissato un incontro, località segreta e tempistiche incerte, confusione creata appositamente per allontanare gli organi di informazione, risultati determinanti nella recente mancata operazione sull’asse Torino-Milano. I due presidenti, Andrea Agnelli ed Erick Thohir, al di là delle smentite di rito, nella giornata di ieri si sono scambiati qualche sms, segno di un dialogo in atto, segno di nitide prove di disgelo. Vucinic, rientrato nel torinese dopo un weekend salentino, preme affinché possa approdare alla corte di Walter Mazzarri, il resto è ormai storia nota.
 
Alessandro Lucci, agente dell’ex giallorosso, è in costante contatto con il duo Marotta-Paratici, attende di capire quanto possa essere proficuo il dialogo tra i due massimi esponenti e, contemporaneamente, declina con decisione la prospettiva Zenit di San Pietroburgo. I russi, secondo quanto raccolto da Goal Italia, avrebbero intensificato i contatti negli ultimi giorni, mettendo sul piatto anche cifre importanti. Un’ipotetica sistemazione particolarmente gradita sotto la Mole, declinata con decisione dal calciatore, il quale continua a vedersi nel Belpaese e, nello specifico, con la casacca interista.
 
Madama, tuttavia, pensa anche al post Vucinic, spostando la propria concentrazione sulla Premier League. Stevan Jovetic (’89), per esempio, è un nome che continua ad allietare i pensieri della Juventus, ma il Manchester City non intende cederlo a titolo temporaneo in questa sessione. Quindi, senza tanti giri di parole, nessuna speranza per l’immediato.
 
Chi, invece, potrebbe salutare seriamente la Premier League è Pablo Daniel Osvaldo (’86). Sospeso dal Southampton per una rissa in allenamento, messo sul mercato, sondato da diversi club europei, potrebbe rivelarsi la classica occasione marottiana. A patto, però, che il fronte possa essere imbastito con la formula del prestito con diritto di riscatto.

Marotta e Paratici meditano le mosse future, attendono segnali dalla proprietà. D’altronde, si sa, la condicio sine qua non è una sola: decifrare il futuro di Vucinic. Dopodiché, a giochi fatti, scatterà l’offensiva al sostituto. Un contatto telefonico con Dario Decoud, procuratore di Osvaldo, c’è già stato. Risultato? Pieno gradimento del giocatore. Ore di passione.

Sullo stesso argomento