thumbnail Ciao,

Juventus ed Inter hanno rinviato a domattina la definizione del clamoroso scambio tra Mirko Vucinic e Fredy Guarin. Marotta ottimista, Ausilio prova a dribblare le domande...

  Romeo Agresti
Corrispondente Juventus Goal Italia

Una vicenda pazzesca. Sembrava tutto fatto, visite mediche di rito prenotate, ma alla fine l’Inter, complice il malcontento della tifoseria, ha deciso di bloccare lo scambio tra Mirko VucinicFredy Guarin con la Juventus. Affare saltato? No. E, forse, è proprio questo il paradosso della vicenda, destinata comunque a concludersi con la fumata bianca. Per saperne di più, comunque, bisognerà attendere domani mattina.

Queste le prime battute, a caldo, di Beppe Marotta: "Non è ancora fatta, ma puó andare avanti bene. Domani ne saprete di più". Così invece il ds nerazzurro Piero Ausilio: "Domani saprete tutto, ora voglio solo andare a casa". Nessun commento da parte sua sul malcontento dei tifosi dell'Inter. Una curiosità: l'agente di Vucinic era sullo stesso taxi di Ausilio. Un chiaro indizio?
 
Sia l'ex romanista che Guarin hanno premuto molto per spingere i rispettivi club a chiudere. In particolare il colombiano ha deciso di sposare la causa juventina e non intende fare passi indietro. Decisione comunicata subito dopo il dietrofront ai vertici nerazzurri, spaventati da come la piazza meneghina ha accolto la notizia.
 
La Vecchia Signora, furiosa per il voltafaccia interista di qualche ora fa, con grande diplomazia ha lavorato per trovare una soluzione e, nonostante Erick Thohir abbia deciso di raffreddare il fronte, la quadratura del cerchio sembra ormai vicina. L'ultimo nodo è il conguaglio a favore dell'Inter, che dovrebbe essere di circa 1,5-2 milioni: si attende il definitivo placet dall'Indonesia.
 
Vucinic, dopo aver salutato i suoi ex compagni e dopo aver svuotato l’armadietto di Vinovo, ha raggiunto Milano nel tardo pomeriggio e ha avuto subito il suo primo contatto con la realtà nerazzurra, incontrando il medico sociale per le visite, sostenute a Pavia e terminate poco dopo le 23. Visite che Guarin, invece, potrebbe svolgere nella giornata di domani.
 
Juventus e Inter si sono esposte in maniera significativa e non far sfociare il tutto nella fatidica fumata bianca, avrebbe del clamoroso. Tornare indietro, dopo essersi spinti così in avanti, appare davvero complicato. Ipotizzare un finale, viste le componenti, risulterebbe incauto. Ma Guarin preme per vestire la casacca dei campioni d’Italia e, tra mille difficoltà, potrebbe centrare il suo obiettivo: le sensazioni, in generale, fanno propendere per una chiusura positiva dell'affare.

Sondaggio del giorno

Scambio Vucinic-Guarin tra Juventus e Inter, chi ci guadagna?

Sullo stesso argomento