thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Prosegue il tira e molla tra Inter e Torino per D'Ambrosio: il nodo sta tutto in Ruben Botta. I nerazzurri, intanto, hanno anche bussato all'Udinese per Muriel.

  Fabrizio Romano
Corrispondente Inter Goal Italia

Metà gennaio. Metà mercato, senza che l'Inter si sia ancora ufficialmente mossa in alcun modo. Aspettando l'arrivo a Milano di Erick Thohir, previsto per fine mese proprio in concomitanza con la chiusura della campagna acquisti, al momento la situazione è molto semplice da spiegare come ha fatto lo stesso tycoon indonesiano.

Niente grandi colpi adesso, dimenticarsi i Lavezzi di turno come sempre vi abbiamo spiegato nonostante i facili entusiasmi di molti. L'Inter spenderà poco per autofinanziare questo mercato invernale nelle poche operazioni  che la vedranno protagonista, prima di lanciarsi con più decisione sul mercato estivo. Se non va via Guarin - e lo stallo continua, in questo senso - sarà difficile anche operare su fronti come quelli di Lamela e Hernanes, seppur molto graditi a Walter Mazzarri.

Un colpo praticamente in pugno c'è già. La situazione di Danilo D'Ambrosio ve la abbiamo raccontata solo una settimana fa: il giocatore ha l'accordo con l'Inter per giugno a parametro zero, vorrebbe ovviamente anticiparlo a gennaio per arrivare subito in nerazzurro dato che al Torino non viene neanche utilizzato. Anche Branca e Ausilio hanno l'intesa di massima con il Toro sulla valutazione del terzino per prenderlo immediatamente, attorno ai 2 milioni; non vogliono però spendere troppo né inserire nell'operazione l'ambita metà di Bardi che i granata vorrebbero. Da qualche giorno, quindi, si stava ragionando sull'inserimento di una contropartita come Rubén Botta in prestito. L'argentino è recuperato, utilizzabile e si è mostrato come molto interessante in queste prime uscite nerazzurre.

Il prestito di Botta però non alletta il Torino, disposto a liberare D'Ambrosio subito solo se nell'operazione verrà inserita la metà del cartellino dell'ex fantasista del Tigre. Cosa non gradita all'Inter, intenzionata a trattenere l'intero possesso del cartellino di Rubén Botta. E' braccio di ferro, quindi, con il Torino che minaccia di trattenere il giocatore (magari facendo tornare in gioco qualche altra società, come la Roma) e lo stesso D'Ambrosio che vuole l'Inter da subito. Per quest'ultimo motivo l'Inter è molto serena, ha già l'intesa di massima con il ragazzo e conta di risolvere questa situazione senza dover stare alle richieste del Toro. Ancora qualche giorno e si capirà quando D'Ambrosio giocherà in maglia nerazzurra.

Una maglia che piacerebbe molto anche a Luis Muriel. Diamante grezzo dell'Udinese che quest'anno, tra problemi fisici e utilizzo non continuo, sta trovando più di qualche problema. La prossima estate potrebbe essere davvero quella dell'addio. Una voce insistente che circola e che ha spinto Branca e Ausilio a informarsi con l'Udinese sulle condizioni economiche di un'eventuale operazione, sebbene su Muriel ci siano tantissime società interessate. Ma l'Inter per giugno potrà spendere di più, l'idea quindi di un mercato autofinanziato adesso (con un attaccante in prestito, sfumato Matri ci sono altre piste low cost, da Borriello ad altri nomi) e più importante in estate spinge anche a sondaggi del genere.

L'Udinese per il proprio gioiello ha fatto sapere di non voler trattare per meno di 20 milioni, decisamente tanti tanto che l'Inter non è andata oltre un contatto esplorativo. Convinta che la valutazione possa calare nei prossimi mesi, per questo le telefonate non finiranno qui anche su questo fronte Muriel. Aspettando D'Ambrosio e sperando in offerte per Guarin. Metà mercato è passata. Inter, se ci sei batti un colpo.

Segui Fabrizio Romano su

Sullo stesso argomento