thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Dopo averlo seguito a lungo, la Juventus dice no all'esterno portoghese Nani. Decisivo il pesante ingaggio del giocatore.

  Romeo Agresti
Corrispondente Juventus Goal Italia

Luis Carlos Almeida da Cunha, meglio conosciuto come Nani, non tingerà il suo futuro di bianconero. La notizia proviene direttamente da chi segue da vicino le gesta del 27enne esterno portoghese, alle prese con un presente non entusiasmante alla corte del Manchester United, attualmente fermo a causa di un fastidioso infortunio muscolare.
 
La Juventus, in maniera attiva, in passato ha monitorato con grande interesse la situazione del lusitano, fresco di rinnovo estivo con i Red Devils fino al 2018, da sempre nella lista dei preferiti di Antonio Conte. E, proprio il discorso salariale, potrebbe aver fatto cambiare decisamente opinione agli uomini di corso Galileo Ferraris.
 
Per arrivare immediatamente al punto: Nani – da noti intermediari – nelle ultime ore è stato proposto ai campioni d’Italia, i quali hanno deciso di declinare l’invitante invito. Una mossa sorprendente, probabilmente inaspettata, ma decisa. La truppa juventina non intende approfondire l’argomento né con l’entourage del giocatore né con il club inglese. Messaggio semplice, chiaro e lineare.
 
I procuratori del calciatore, interessati a rilanciare il proprio assistito, stanno valutando una serie di opportunità e, tra queste, ci sarebbe l’intrigante ritorno allo Sporting Lisbona, club che lo ha lanciato, habitat naturale per ritrovare condizione e mentalità. Ah, ovviamente, a patto che il Manchester United contribuisca nel pagamento degli emolumenti, fattore non scontato e tutto da studiare.
 
I campioni d’Italia, seppur risulterebbe incauto parlare di corsa, si sono chiamati fuori. Beppe Marotta e Fabio Paratici, nonostante a fine novembre abbiano per un momento pensato a un possibile approccio al portoghese con la formula del prestito, hanno optato per cambiare radicalmente strategia. D’altronde, 95,000 pounds (114,000 euro, ndr) a settimana è una cifra ingente, difficile da garantire, a maggior ragione se l’innesto non rappresenta una priorità assoluta: vedi, ad esempio, Tevez.
 
Per il portoghese le porte della Juventus si sono chiuse a tripla mandata. Segno di una valutazione tecnico-salariale ponderata, segno di possibili scenari alternativi da monitorare con attenzione. Intanto, però, la certezza è una sola: Nani non sbarcherà a Torino.

Segui Romeo Agresti su



Sullo stesso argomento