thumbnail Ciao,

"Cercheremo di non evitare soluzioni drastiche - dice Gaetano Fedele - purtroppo il rapporto con Benitez non è buono. Quello con Reja? Ottimo...".

Nella bella prima parte di stagione del Napoli, terzo in campionato e fuori dalla Champions League nonostante la bellezza di 12 punti, una delle note stonate è rappresentata dalla situazione di Paolo Cannavaro. Poco utilizzato, quasi mai titolare, da 'profeta in patria' l'ormai ex capitano è diventato una delle pedine da piazzare sul calciomercato.

Gennaio è alle porte, la permanenza di Cannavaro a Napoli praticamente da scartare. "Ci incontreremo con la società per capire quali sono le loro intenzioni. Noi da parte nostra speriamo di non dover prendere delle decisioni drastiche" dice il suo procuratore, Gaetano Fedele, intervenuto sulle frequenze di 'Radio Crc'.

L'agente se la prende ancora una volta con Rafa Benitez, che a differenza di Walter Mazzarri non considera il fratello d'arte come parte integrante del proprio scacchiere. "Purtroppo in questi tre mesi di stagione ci sono stati parecchi eventi negativi. Una delle pecche nelle gestione della squadra di Benitez è proprio il rapporto con Cannavaro" continua Fedele.

Rapporto che, invece, è ben saldo con Edy Reja, prossimo allenatore della Lazio. "Ma con tutti gli allenatori che l'hanno avuto a Napoli è stato fantastico. Anche con Donadoni, con Mazzarri... Certo, tra Cannavaro e Reja la stima è forte, ma da qui a passare a una trattativa concreta per il passaggio in biancoceleste ce ne passa".

Sullo stesso argomento