thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Il Milan verso la rifondazione: come ds può arrivare Sogliano, che porterebbe con sè Mangia. Per la porta piace Casillas (in prestito), mai uscito dai radar Astori.

La bufera sembra finita. Almeno per il momento. Questa convivenza, imposta da Berlusconi, sembra destinata a durare se tra Galliani e Barbara si troveranno dei compromessi accettabili. Uno sembra proprio quello del nuovo direttore sportivo. Sean Sogliano, attuale dirigente dell’Hellas Verona, potrebbe essere la persona giusta per sostituire Braida. Ma attenzione, perché legato a Sogliano c’è anche il nome di Devis Mangia.

E’, infatti, noto che quando Sogliano iniziò la sua collaborazione con il Palermo di Zamparini, portò con sé proprio l’ex tecnico del Varese Primavera (i due si conobbero proprio nella società lombarda). Fu grazie a Sogliano che Mangia venne poi incaricato di guidare la prima squadra rosanero dopo un breve periodo nella Primavera. Insomma da cosa nasce cosa, come si suol dire.

In ogni caso prima di pensare a come cambierà in estate la struttura societaria rossonera, Galliani ha ritrovato l'entusiasmo e si sta già muovendo per il mercato invernale. Il famoso mercato low cost, o di riparazione. Oltre a Honda e Rami che sono già sicuri di vestire la maglia rossonera da gennaio, si continua a parlare di Iker Casillas. Lo spagnolo sta vivendo un’altra stagione particolare al Real Madrid.

Dopo la gestione Mourinho anche quella Ancelotti non ha aiutato Casillas a ritrovarsi, anzi la sua è una vera lotta in cui si trova a dividere il ruolo da titolare con Diego Lopez. Il Milan, dopo un periodo buio, oltre ai risultati, sembra aver ritrovato anche garanzie per quanto riguarda il ruolo di portiere. Ma i continui affaticamenti di Abbiati non fanno stare tranquillo il club milanista, che non sembra essere propenso a puntare del tutto sul giovane Gabriel.

Ecco perché, visti anche i buoni rapporti che intercorrono tra Galliani e Florentino Perez, potrebbe crearsi l’occasione per un prestito a gennaio. Non solo Casillas. Il nome di Astori è ancora in cima alla lista dei desideri di Allegri per rafforzare il reparto difensivo, particolarmente bisognoso. Più facile che arrivi in estate, ma non è detto che Galliani non possa proporre uno scambio.

Niang e Cristante, infatti, potrebbero partire per giocare la seconda parte della stagione con maggior continuità. Entrambi potrebbero interessare al Cagliari che ha decisamente problemi in attacco. Ibarbo domenica contro il Sassuolo ha subito un infortunio muscolare, ma non solo: i tre attaccanti Sau, Ibarbo e Pinilla hanno segnato soltanto 6 goal in totale su 14 gare. Insomma un bottino scarno per una squadra che si trova al 14esimo posto in classifica e a cui mancano 25 punti per la salvezza.

Niang potrebbe essere utile alla causa, così come Cristante, soprattutto se dovesse partire, come pare già a gennaio, Nainggolan. Il giovane centrocampista rossonero (classe ’95) potrebbe occupare il ruolo di mezz’ala destra, quello occupato dal belga e potrebbe trovare l’occasione di accumulare minuti in serie A. Il Milan potrebbe, dunque, proporre al club sardo questi due giocatori in prestito, più naturalmente un conguaglio economico, per arrivare ad Astori già a gennaio.  Galliani è già pronto all’attacco: la passione l’ha sempre avuta, ora è tornata anche la fiducia. Quella di Berlusconi, Silvio. La più importante.

Segui Gaia Brunelli su

Sullo stesso argomento