thumbnail Ciao,

L'ad della Juventus Marotta parla del calciomercato di gennaio: "Non c'è nulla da riparare. Ora stiamo costruendo per il futuro, come abbiamo fatto lo scorso anno con Llorente"

Ora che la mini-crisi è passata, divorata dalla solita Juventus cannibale, tutto sembra più lineare. Un pareggio a Istanbul per gli ottavi di Champions, un finale di 2013 da chiudere in bellezza con Bologna, Sassuolo e Atalanta. A Vinovo si sorride e si lavora. E dalle parole dell'ad Marotta, intervenuto ieri alla 29esima edizione della Castagna d'Oro, qualche spunto per la prossima sessione di mercato, non manca di certo:

"Mercato di riparazione? No - risponde l'ex Sampdoria - noi non abbiamo nulla da riparare. Noi, in questa fase, stiamo costruendo il futuro. Pensate allo scorso anno: di questi tempi stavamo gettando le basi per acquistare Fernando Llorente . Ed è su questa linea che dobbiamo continuare, muovendoci con tempismo, facendo bene attenzione alle occasioni che ci presenta il mercato provando a battere la concorrenza".

Parole che spiazzano un pò. Perchè se è vero che la Juventus sta monitorando gente in scadenza come Mandukic (Bayern Monaco), Benteke (Aston Villa), Xabi Alonso (Real Madrid) e Menez (Psg), è anche vero che qualcosa a gennaio potrebbe muoversi. L'infortunio di Pirlo infatti, potrebbe accelerare i tempi per Nainggolan, in modo da evitare la concorrenza dell'Inter in estate, come spiegato nella nostra esclusiva.

Resta calda anche la pista Biabiany. Per sbloccarla serve l'ok di Ghiradi che potrebbe essere convinto da un ritorno di Giovinco al Tardini. Per la metà del cartellino in mano alla Sampdoria, la pedina potrebbe essere Peluso. Marotta ha infine confermato la fiducia nei rinnovi contrattuali di Vidal (oggi la firma) e di Barzagli.

Sullo stesso argomento