thumbnail Ciao,

Il Napoli è seriamente interessato a Blaise Matuidi, in scadenza di contratto. Le alternative si chiamano Fernando, Gonalons e Sandro. Per la difesa piacciono Sagna e Garay.



Avanti con la 'Rafalution'. Il ko con la Juventus non ha incrinato le certezze in casa Napoli. Avanti con fiducia, seguendo le idee di Benitez, che ha prescritto per gennaio una bella cura ricostituente per l'organico azzurro. Gli interventi, com'è noto, ci saranno e riguarderanno un po' tutti i settori della rosa, a partire dal centrocampo.

Behrami, Inler, Dzemaili, stop (non considerando l'acerbo Radosevic): tutti qui i mediani della squadra partenopea, che ha urgente bisogno di un innesto in quella zona del campo. Il preferito al momento sembra essere Blaise Matuidi, punto di forza del Psg e della nazionale francese, impegnata stasera nel retour-match dello spareggio mondiale contro l'Ucraina.

Il giocatore è in scadenza di contratto e viene visto come il profilo ideale per sistemare il centrocampo del Napoli. Dalla Francia, però, arrivano voci di un accordo imminente con i parigini per rinnovare quel contratto 'pericolosamente' in scadenza. Solo indiscrezioni per ora, ma di certo il ds Bigon non ha intenzione di mollare la presa così facilmente.

Le alternative si chiamano Fernando, 26enne del Porto pure lui in scadenza, Gonalons e Sandro, brasiliano del Tottenham: 25 anni di muscoli e personalità. Occhio anche ad un altro brasiliano, Jucilei dell'Anzhi, per il quale sembra esserci un ritorno di fiamma da parte azzurra.

Ma il Napoli, come detto, non interverrà solo a centrocampo. In avanti servirebbe un vice Higuain, anche se per il momento non è stata ancora presa una decisione sul futuro di Duvan Zapata, probabilmente cedibile in prestito. In difesa non può bastare il solo Reveillere, tesserato da svincolato e in rampa di lancio contro il Parma: servono un altro terzino e un centrale.

Per la fascia sinistra, visto che Armero non offre sufficienti garanzie, si pensa al genoano Antonelli. Preziosi ha bocciato una prima offerta azzurra da 5 milioni, ma a 7 si può chiudere. In mezzo, al fianco dei soliti Skrtel e Agger, attenzione alla candidatura dell'argentino Garay: si chiama Ezequiel come l'ex idolo del San Paolo Lavezzi e costa tanto, tantissimo. Il Benfica ha chiesto 20 milioni, a quelle cifre non se ne parla.

In tema di jolly, infine, piace molto Sagna dell'Arsenal: terzino destro di professione, centrale difensivo all'occorrenza, utilizzabile anche a centrocampo. Tanto per cambiare, è in scadenza contrattuale: un mercato, quello dei futuri svincolati, che il Napoli, come si vede, sta setacciando con estrema attenzione. Qualcosa ne verrà fuori, sembra certo.

Sullo stesso argomento