thumbnail Ciao,

Il tecnico della Juventus Antonio Conte continua a mandare messaggi alla società: urgono giocatori per il suo 4-2-4. "L'allenatore è un sarto, in base alla stoffa fa i vestiti".



Sempre il solito discorso. Lo pronuncia alla folla, al singolo. Ma non cambia. La Juventus ha bisogno di giocatori da utilizzare sulle fasce. Attaccanti esterni per il cambio modulo prolungato, ali per poter cambiare tattica a gara in corso. Per ora, impossibile.

Ritirato il premio Viareggio Sport nella giornata di ieri, Antonio Conte l'ha ribadito ancora una volta. Un messaggi affatto velato alla società, quella che in estate ha regalato Ogbonna, Tevez e Llorente. Ma di giocatori utili per il 4-2-4 nemmeno l'ombra.

Intanto il mister juventino è stato inserito tra i candidati della quinta edizione del premio Globe Soccer come allenatore dell’anno. Cerimonia prevista per il 29 dicembre a Dubai, Conte è tra i favoriti. A Pep Guardiola verrà consegnato il premio alla carriera.

Tornando al cambio modulo, tra poco tornerà Pepe, ma il solo ex Cagliari non basta. L'obiettivo è il solito Biabiany, nonostante qualche ostacolo da superare. Conte vuole rassicurazioni dalla sua Vecchia Signora, per ora pare giocarci un po': "Questo premio non lo riceve la Juve, ma Antonio Conte come allenatore".

Probabilmente un messaggio a Madama. Juve, ti servo, aiutami. Altrimenti potrei guardare altrove. E il 4-2-4? "Questo modulo si può fare, ma con i giocatori adatti. L’allenatore è un sarto: in base alla stoffa fa il vestito". Cerca di rattoppare, il tecnico bianconero. Usa quello che ha, in attesa d'essere più elegante.

Sullo stesso argomento