thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Conte farebbe carte false per avere Cuadrado nella Juventus, ma il sicuro riscatto da parte della Fiorentina farà schizzare alle stelle il cartellino. Niente da fare...



Esistono amori-affari impossibili. Alle volte ci si dedica alle problematiche più complesse, proprio perché una volta risolte offrono maggiori soddisfazioni, ma non sempre si centra l’obiettivo. E recentemente sulla tratta Torino-Firenze ne abbiamo avuto la controprova.

Sessioni di mercato passate dalla Juventus a corteggiare Stevan Jovetic, Juan Cuadrado, passato, presente e futuro toscano. Il primo, ora al Manchester City, ceduto (tra fisso e bonus) per 30 milioni di euro. Il secondo, diviso a metà tra Fiorentina e Udinese, oggetto del desiderio del mercato internazionale. Entrambi pallini di Antonio Conte.

La lungimiranza regna sovrana all’interno della mente del tecnico pugliese, il quale in numerosi summit di mercato ai suoi dirigenti ha chiesto due regali per rafforzare le corsie esterne, ambedue colombiani, uno di Necocli e l’altro di Chigorodo, appunto, Cuadrado e Zuniga. Scuola sudamericana, forze della natura muniti di impressionanti qualità tecniche, fiori all’occhiello del calcio italiano, invidiati dai club che vanno per la maggiore.

Antonio da Lecce il fiorentino lo considera l’elemento perfetto per il suo scacchiere, nel 3-5-2, modulo in cui puoi rivelarti un’arma devastante, rara. Il laterale del Napoli, dal canto suo, reduce da un significativo rinnovo salariale, per molte settimane è stato il vero oggetto del desiderio estivo juventino, sondato in più riprese proprio nell’ottica dell’introdursi in una situazione contrattuale apparentemente favorevole. Niente da fare. La stessa sorte, con grande probabilità, toccherà anche l’ala gigliata, corteggiata in lungo e in largo con grande decisione.

Premessa. Per qualsiasi società – al momento – addentrarsi nel discorso è impossibile. In ballo c’è una comproprietà e, fin quando non verrà risolta, nessuno potrà inserirsi. La Fiorentina su Cuadrado ha effettuato una doppia mossa: nel luglio del 2012 lo ha prelevato dai friulani a titolo temporaneo con diritto del riscatto della a metà a 5 milioni, mentre in estate ha esercitato, appunto, il riscatto.

Al termine della stagione si concluderanno i giochi e, sebbene la famiglia Pozzo non sia mai propensa agli sconti, è verosimile pensare che un accordo possa essere trovato agevolmente. Ciò, e ritorniamo al discorso di partenza, implicherebbe un game over per tutte le italiane, così come renderebbe complessa la strada anche alle potenze estere. Nel Belpaese, senza cessioni illustri, risulta difficile immaginare che qualcuno possa bussare alla porta di Pradè e soci, nonostante la qualità in ballo sia eccelsa.
 
Negli ultimi tempi, per certi versi sorprendentemente, è tornato in auge l’accostamento Cuadrado-Juventus. Desiderio di mercato contiano destinato a rimanere tale. Rapporti certamente non idilliaci tra le due proprietà, il mancato affare Jovetic, tutti fattori che allontanano un lieto fine. Insomma, nuovi target in arrivo per i piemontesi.

Segui Romeo Agresti su

Sullo stesso argomento