thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Il Toronto sta pensando a Fabio Quagliarella ma la Juventus non vuole privarsi dell'attaccante: il contratto in scadenza nel 2015 impone però alcuni ragionamenti...



Fabio Quagliarella all’estero suscita grandi apprezzamenti, in passato diverse società hanno provato a strapparlo dal Belpaese, in primis il Wolfsburg, fermo estimatore del centravanti campano, disposto a soddisfare le esigenti richieste economiche della Juventus pur di portarlo in Bundesliga. Recentemente anche la Premier League ha provato a giocarsi le sue carte, ma le mete in ballo non hanno convinto. Ecco, allora, la permanenza nel capoluogo piemontese, ecco le reti del rilancio. Finita qui? Neanche per sogno.
 
Il mercato americano non segue solamente Alberto Gilardino, osservato con interesse dal Toronto, ma monitora anche lo stesso ‘Eta Beta’. Recentemente il suo agente, l’avvocato Beppe Bozzo, è stato negli States per incontrare esponenti illustri della Major League Soccer. Summit privati, sfociati successivamente in chiacchiericci di altro genere.

Muniti di significative risorse economiche, i canadesi puntano a conquistare il paese a stelle e strisce attraverso ingenti investimenti. E il famoso procuratore italiano, re del calciomercato nostrano, è stato identificato come il profilo adatto per sviluppare un importante percorso di crescita. D’altronde, storia alla mano, i grigiorossi sono stati i primi non statunitensi ad entrare nel movimento, segno di ferma volontà nel voler assumere un ruolo prestigioso.
 
Difficilmente, però, l’ex calciatore, tra le altre società, di Napoli e Sampdoria, accetterà di prendere in esame l’opportunità di salutare l’Italia. Inoltre, e non è un mistero, è legato da un vero e proprio rapporto affettivo con la città torinese. Dal 1993 al 2002 ha vestito la maglia dei cugini granata, debuttando nella massima serie il 14 maggio 2000 contro il Piacenza. Dopodiché esperienze fuori dai confini sabaudi, per poi iniziare a indossare la casacca bianconera nell’estate del 2010. Un legame forte, destinato a rivelarsi duraturo, malgrado in ballo ci sia un contratto in scadenza il 30 giugno 2015.
 
Beppe Marotta e Fabio Paratici, per forza di cose, a breve dovranno ragionare anche su questo aspetto. Portare la punta di Castellammare di Stabia alla naturale interruzione lavorativa, secondo quanto raccolto da Goal Italia, non sembrerebbe essere nei piani di corso Galileo Ferraris. Inoltre, nonostante la stagione sia ancora lunga, Quagliarella in questa prima parte ha fatto vedere cose interessanti, scalando le gerarchie contiane, conquistando un ruolo da protagonista.  
 
Il Toronto, sebbene stia per formulare un’offerta ufficiale al Genoa per Gilardino, sul taccuino ha inserito pure il nome dello juventino. Finora segnali di abboccamento con Madama non ce ne sono stati, ma le vie del calciomercato sono infinite, a maggior ragione quando si muovono intermediari noti.

Segui Romeo Agresti su

Sullo stesso argomento