thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - I nerazzurri stanno pensando di riportare alla base il talento croato, che sta avendo poco spazio a Bergamo. Si può fare, specie se l'ex Parma non decolla...



Uno di fronte all'altra, rivedersi fa sempre effetto. Marko Livaja nell'Inter ci è cresciuto: la società lo ha scoperto, ci ha puntato e poi Marko è diventato grande. L'Atalanta ne ha preso la metà poco meno di un anno fa nell'affare Schelotto, il resto è storia dei giorni nostri. Un talento puro - il croato - che di spazio a Bergamo ne sta trovando relativamente poco.

Troppo poco, invece, secondo chi all'Inter aveva deciso di spedirlo alla corte di Colantuono per l'exploit definitivo. Questa sera Livaja sarà un avversario. Ma presto è destinato a tornare dell'altro nerazzurro, quello dell'Inter. Con Erick Thohir, la linea dei giovani è quella preponderante. Ma già dalla scorsa estate, il piano di Branca e Ausilio vedeva il rientro di Livaja entro un anno.

Da puntualizzare per giugno, quando con l'Atalanta andrà risolto il discorso comproprietà. A meno che la situazione non si sblocchi già per gennaio. Perché Livaja a Bergamo ha poco spazio, mentre a Milano c'è una dirigenza che lo stima e un allenatore che lo ammira. Walter Mazzarri non lo ha nascosto neanche in pubblico: Livaja gli piace, lo definisce un "talento ottimo, molto interessante".

In queste settimane, si sta valutando un possibile ritorno all'Inter già da gennaio. Solo a determinate condizioni, però. Da discutere poi anche con l'Atalanta. Il rendimento di Ishak Belfodil, infatti, fin qui non ha entusiasmato l'ambiente nerazzurro. Avrà ancora tempo per convincere, ma l'algerino non sta decollando e le proposte per lui non mancano: dal Genoa al Sassuolo, passando per molti altri club interessati a prenderlo da gennaio per valorizzarlo.

Possibile, si valuta questa ipotesi da metà novembre in avanti considerando anche i fastidi fisici di Mauro Icardi, alle prese con un accenno di pubalgia. Se Belfodil dovesse partire, allora, l'ipotesi di richiamare Livaja prenderebbe seriamente corpo. Già in casa, giovane, di talento, fisicamente forte e abituato ai ritmi della Serie A. Con un Milito al meglio, sarebbe una riserva di lusso che farebbe decisamente comodo.

Ovviamente, tutto è legato al rendimento di Belfodil da qui a gennaio. Ma Livaja spera, perché rivorrebbe l'Inter al più presto anche se a Bergamo sta bene. Preferirebbe giocare di più per poter dimostrare di più, se lo aspettavano tutti. Stasera avversario, tra tre mesi chissà. Certe storie di mercato fanno dei giri immensi e poi ritornano...

Segui Fabrizio Romano su

Sullo stesso argomento