thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Edu Vargas concluderà a gennaio il suo prestito al Gremio: gli azzurri non vorrebbero cederlo a titolo definitivo, ma il cileno vuole giocare.



Saranno settimane decisive per capire meglio il futuro di Edu Vargas, attaccante cileno ancora molto giovane acquistato dal Napoli con un investimento (all'epoca) da capogiro, attualmente in prestito ai brasiliani del Gremio fino a gennaio (ed ecco qui il momento topico) e intenzionato a tornare in Europa per consacrarsi nel panorama che più conta dopo le ultime eccezionali apparizioni con la maglia della sua nazionale.

Settimane decisive perché tra i delegati di Vargas, che formalmente non ha procuratore, e la società partenopea il dialogo è fitto. L'ago della bilancia non è soltanto Benitez, più che soddisfatto dell'attuale parco attaccanti soprattutto sui cosiddetti brevilinei, ma anche e soprattutto l'intenzione del calciatore che è quella di giocare.

La valutazione di Vargas viaggia ancora tra i 7 e gli 8 milioni di euro, vanta estimatori soprattutto in Inghilterra (a quelle cifre), ma Bigon non vorrebbe privarsene se non con un ulteriore prestito semestrale che possa riportare poi il ragazzo a Castevolturno per la stagione 2014/15. L'alternativa è "monetizzare", ma su queste basi di ragionamento il Napoli pretende 15 milioni di euro che tra le pretendenti forse soltanto l'Atletico Madrid potrebbe spendere, e non certo Crystal Palace e Middlesbrough (la squadra che provò ad assicuraselo già in estate).

Anzi, queste sono piuttosto le piazze da prestito a cui pensa il Napoli, che si porta dietro quella gestione deludente di Vargas (e relative prestazioni) quando l'allenatore era Walter Mazzarri.

Le priorità per gennaio, secondo Benitez, sono altre: un centrale difensivo, un mediano e un esterno ancora se possibile. E proprio sul mediano si incrocia una voce interessante: Felicevich, già procuratore di Sanchez e Vidal, vorrebbe fare da intermediario per spostare ancora il peperino cileno Gary Medel, attualmente al Cardiff ed ex Siviglia, calciatore a lungo seguito dagli scout del club azzurro. Una sorta di piccolo Mascherano, tatticamente parlando.

Se ne può parlare, ma anche lui costa una decina di milioni e comunque Felicevich dovrebbe ergersi a uomo che possa sciogliere il gomitolo Vargas, che a Napoli senza maglia preferirebbe non stare, almeno quest'anno. Così come preferirebbe anche dire addio al campionato brasiliano.

Sullo stesso argomento