thumbnail Ciao,

I dirigenti dell'Inter sono stati convocati stamattina nella sede del club. 70% delle quote nelle mani degli indonesiani, la quota di maggioranza ceduta dopo tante voci, rinvii.



Sono passati giorni, settimane, mesi. Doveva andare ai cinesi, è finalmente indonesiana. Arrivano le firme, il cielo da nerazzurro si tinge di bianco. Quello della fumata. Erick Thohir è il nuovo proprietario dell'Inter, finisce l'epoca Moratti.

E' lo stesso patron, fuori dagli uffici della Saras, ad annunciare la firma dell'accordo per la cessione delle quote di maggioranza. In attesa del comunicato ufficiale da parte dei nuovi proprietari e della Beneamata, Moratti si espone. "Sì, abbiamo firmato".

Tutto troppo veloce, almeno oggi, per capire le proprie emozioni: "Quando cambi qualcosa nella vita, non sai se ti dispiace o se ti adatti a un ritmo diverso. Vediamo se poi il ritmo sarà diverso, perchè non credo proprio al momento".

Alle ore 15.20 è arrivato anche il lungo comunicato dell'Inter che sancisce in maniera ufficiale il passaggio delle quote di maggioranza nelle mani del gruppo indonesiano formato da Thohir, Rosan Roeslani e Handy Soetedjo: "F.C. Internazionale Milano S.p.A. ('Inter') - si legge nella nota - e il suo azionista di maggioranza Internazionale Holding S.r.l., interamente controllato da Massimo Moratti, hanno firmato oggi un accordo vincolante in base al quale International Sports Capital ('ISC'), società indirettamente posseduta da Erick Thohir, Rosan Roeslani e Handy Soetedjo, tre importanti uomini d'affari indonesiani, diventerà l'azionista di controllo dell'Inter con una partecipazione del 70% attraverso un aumento di capitale riservato".

Confermato anche che lo storico presidente nerazzurro continuerà ad essere parte attiva all'interno della società: "La Famiglia Moratti ha dapprima creato le condizioni e ora ha preso la decisione di dare all'Inter una presenza globale. Erick Thohir, Rosan Roeslani, Handy Soetedjo e la Famiglia Moratti lavoreranno insieme per assicurare un futuro vincente e rendere il Club ancora più competitivo in Italia, in Europa e nel resto del mondo, in linea con la filosofia del Club sin da quando è stato creato nel 1908, quando i suoi fondatori decisero di chiamarsi 'fratelli del mondo'".

Per Massimo Moratti l'arrivo della cordata capitanata da Thohir darà nuovo lustro alla Beneamata: "Penso che la storia dell'Inter si arricchisca di una nuova stagione, grazie ai nostri partner internazionali che, sono certo, contribuiranno alla continuità di successi. L'entusiasmo e il pragmatismo dei nuovi soci sono certamente una garanzia per il futuro. Auguro a Erick, Rosan e Handy di aggiungere altre vittorie ai nostri amati colori, con la fiducia e l'amicizia dei nostri fantastici tifosi. La mia famiglia ed io continueremo a vivere questa straordinaria avventura insieme a Erick, Rosan e Handy, con la stessa dedizione e l'affetto che ci legano all'Inter e agli Interisti".  

Entusiasta e impaziente di salire al timone l'indonesiano Thohir, che almeno nelle prime fasi della sua nuova avventura continuerà ad avvalersi dell'esperienza di Moratti: "Oggi è davvero un giorno speciale. Sono onorato che Massimo Moratti mi abbia affidato la responsabilità di guidare l'Inter in un nuovo capitolo della sua storia, e sono molto felice per il fatto che continuerà ad essere presente come mio partner. Il lavoro fatto dalla Famiglia Moratti, dalla Grande Inter di Angelo al Triplete di Massimo, ha reso l'Inter uno dei club più rispettati al mondo, per il suo valore in campo, e per il suo impegno sociale. Sono un imprenditore, ma prima ancora un tifoso e un amante dello sport. Non vedo l'ora - conclude il tycoon - di mettere la nostra passione e la nostra esperienza internazionale al servizio di questo fantastico Club e dei suoi tifosi".

Anche la International Sports Capital ha confermato l'acquisizione della quota di maggioranza del club meneghino. Nel comunicato ufficiale della sua società, Erik Thohir ha spiegato: "Ci sentiamo molto orgogliosi ed onorati, ringraziamo tutti per il supporto e le preghiere che sono state fatte per noi. Abbiamo intrapreso un viaggio la cui strada è ancora lunga, spero che anche giocatori indonesiani possano trarre beneficio da questa operazione. Per noi è una giornata speciale, il signor Moratti e la sua famiglia ci hanno dato non solo la fiducia ma la possibilità di rendere l'Inter ancora più grande ed internazionale. Spero che questa cooperazione migliori anche le relazioni economiche e sportive tra Indonesia ed Italia".

Sullo stesso argomento