thumbnail Ciao,

Dal 2 giugno, quando confermò Allegri durante la cena ad Arcore, si è distaccato dalla squadra, partecipando alle questioni del suo Diavolo solo in due occasioni.



Quante volte, dopo le vittorie rossonere, Adriano Galliani ha ricordato l'importanza del presidente nell'alchimia del Milan? Quante volte l'ad dopo acquisti importanti e mancate cessioni illustri ha ringraziato Silvio Berlusconi?

Da qualche mese, invece, si sente parlare del patron milanista solo per i guai processuali, mentre l'ad rimane zitto, senza citarlo, senza chiamarlo in causa. Lui, il leader di Forza Italia e PDL, è sempre più lontano dal Milan. E lo sarà sempre più.

Dal 2 giugno, quando confermò Allegri durante la cena ad Arcore, si è distaccato dalla squadra, partecipando alle questioni del suo Diavolo solo in due occasioni, una a lglio, una ad agosto. Di fatto nemmeno una presenza allo stadio.

Pensa solo alla politica, ma un futuro al Milan vuole comunque assicurarlo. E così ha deciso di scendere in campo per verificare la possibilità di cedere almeno una quota della società. Spedendo uno dei suoi commercialisti ad Abu Dhabi, per verificare concretamente la possibilità di nuovi soci.

Il vorrebbe incassare, da una vendita parziale, circa 300 milioni di euro per un quota minoritaria. Secondo 'Tuttosport' giovedì partirà per gli Emirati arabi una persona di fiducia di Berlusconi, molto vicina alla Fininvest.

Missione esplorativa, ma qualcosa si muove: o fretta, o qualcosa si muove. Ad Abu Dhabi come a Dubai.

Sullo stesso argomento