thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Il club partenopeo sa già che l'attuale numero uno non resterà oltre la scadenza del 2014 e si sta muovendo con grande anticipo per trovare il sostituto.



Federico Marchetti e/o Asmir Begovic. Dal taccuino di Riccardo Bigon spuntano una spanna sopra tutti gli altri i nomi dei due portieri dal possibile futuro all'ombra del Vesuvio. Perché così il Napoli ha programmato: la prossima estate sarà (anche) quella del portiere, con Reina soluzione-ponte gradita a Benitez e un difensore comunque in arrivo a gennaio.

Un ballottaggio, sembrerebbe. I partenopei infatti sono ritornati a muoversi con grande anticipo, cercando di seguire una programmazione interna chiara e trasparente, e soprattutto nell'intento di non farsi trovare impreparati su un ruolo delicato come quello dell'estremo difensore.

Una cosa va detta chiara: siamo ad ottobre. Ma sentori e chiacchiericci nel calcio vanno più veloci della luce, tant'è per esempio che il bosniaco di passaporto canadese è un nome già in parte trapelato negli ultimi 15 giorni. E non a caso. Il problema non è tanto il prezzo attuale (10 milioni allo Stoke City possono bastare), ma la prospettiva che mira almeno ai 15 a suon di prestazioni e soprattutto la concorrenza del Chelsea che prepara su richiesta di Mourinho il dopo-Cech. Situazione non semplice, quindi, ma De Laurentiis non è tipo da mollare l'osso troppo presto.

L'alternativa, appunto, è italiana ed è di alto profilo senza grosse assunzioni di rischio. Marchetti è infatti il presente della Serie A e con Lotito ha stretto un patto che lo fermava alla Lazio, senza trattativa (il Milan ne sa qualcosa dopo i sondaggi del luglio scorso), fino al 2014. Dopo, la chiamata di una big va ascoltata. E a oggi il Napoli lo è come lo sarà a fine stagione.

A livello di prezzo il laziale costa almeno 16/17 milioni, ma nelle trattative Italia-Italia sono possibili formule che alleggeriscono nel tempo e contropartite che limano le differenze. In più, per Marchetti a oggi non c'è concorrenza spietata soprattutto dopo l'addio di Mancini al Manchester City che aveva messo effettivamente nel mirino il vice-Buffon in Nazionale. Fattori che mettono Marchetti in corsia di sorpasso su Begovic e tre spanne sopra Agazzi (altro giocatore attenzionato insieme a Consigli che di fatto il Napoli aveva in mano fino a pochi mesi fa): un affare possibile da seguire con attenzione almeno fino alla prossima primavera.

Segui Luca Momblano su

Sullo stesso argomento