thumbnail Ciao,

Fine del tormentone per il colombiano, il rinnovo arriva a poche ore dalla sfida con l'Arsenal. Prevista anche un clausola da 35 milioni.



Sembra passato un secolo dalle sirene che cantavano suadenti da Torino - sponda Juventus - per le orecchie di Juan Camilo Zuniga. Nè la Vecchia Signora nè l'Inter di 'papà' Mazzarri ormai riusciranno ad approfittare dello status contrattuale dell'esterno colombiano, il cui rinnovo col club azzurro è stato appena annunciato ufficialmente da Aurelio De Laurentiis a Londra.

"Sono contento di annunciarvi che Zuniga resterà con noi altri 5 anni", ha tweettato il numero uno azzurro, con tanto di foto assieme al colombiano intento a firmare. "Ho sempre creduto in Camillo e lui nel Napoli! Si meritava un nostro riconoscimento", ha ancora 'cinguettato' il presidente.

Ugualmente felicissimo il giocatore, ormai legatissimo alla città del Golfo: "Voglio bene alla società e ai tifosi, a Napoli vivo benissimo. Spero di chiudere la carriera qui".

Dopo le voci degli ultimi giorni su un'offerta sempre più robusta del Napoli al giocatore, superiore a quella messa sul piatto dai bianconeri, era arrivata la notizia dell'incontro a Londra, in occasione della trasferta di Champions, tra De Laurentiis e Riccardo Calleri, agente dell'esterno.
Il summit si era protratto ieri sera fino a tarda ora, insomma si era entrati davvero nella fase conclusiva della trattativa con parecchi dettagli sul tavolo, non ultimo il valore della clausola rescissoria da inserire nel nuovo contratto: l'entourage del giocatore ovviamente l'avrebbe voluta più bassa, non oltre i 15 milioni, ma il presidente azzurro sembra 'abbia spuntata, visto che si parla di una trentina di milioni come cautela 'anti-Barcellona', altra squadra interessata ad assicurarsi le prestazioni di Zuniga.

E secondo quanto svela 'Sky', alla fine l'importo della clausola sarà di addirittura 35 milioni, quindi un deciso successo della linea presidenziale, peraltro giustificato dalle cifre concesse al giocatore: Zuniga firmerà fino al 2018 con opzione per un altro anno, arrivando a 4 milioni annui di ingaggio, davvero uno stipendio da 'top player'.

Intanto la trasferta londinese è anche l'occasione per Riccardo Bigon per continuare a lavorare sotto traccia per quel Martin Skrtel che a Liverpool ultimamente ha qualche problema con il tecnico Rodgers. Non è un segreto che un difensore centrale di caratura internazionale sia il primo obiettivo del mercato azzurro per gennaio, e la pista che porta allo slovaco 'pupillo' di Benitez è sempre più calda.

Sullo stesso argomento