thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - Possibile uno scambio tra i due difensori, poco utilizzati dai rispettivi allenatori. E i nerazzurri non mollano la presa su Zuniga...



Ci sono mosse che l'Inter può ancora, senza paletti, effettuare a prescindere da Thohir. Sia chiaro: il magnate indonesiano è a conoscenza di ciò che strategicamente i nerazzurri sono in procinto di fare, salvo poi subentrare e comunque per questa stagione non stravolgere la linea intrapresa.

Tra queste mosse c'è ancora la forte pressione di Walter Mazzarri (che si sta conquistando la fiducia di tutti a suon di risultati) su e per Paolo Cannavaro. Il difensore del Napoli, capitano in pectore, non è contento non tanto per lo scarso utilizzo quanto per la piega che i rapporti con De Laurentiis stanno prendendo in merito al tanto agognato (e pareva pure scontato, fino a 4 mesi fa) rinnovo contrattuale.

Le diplomazie del Biscione si sono già mosse, così come si sono mosse per Zuniga incontrando tutta una serie di problemi dettati per di più dalla forte e robusta concorrenza. Paolo Cannavaro andrebbe a Milano di corsa, e Mazzarri avrebbe ciò che a oggi non gli possono più garantire né Samuel né Chivu: si parla del difensore d'ordine, tra l'altro "fedelissimo", fondamentale per alzare ulteriormente il livello della sua Inter.

Da Napoli non arrivano segnali negativi. Se ne può parlare già per gennaio (soprattutto dovesse arrivare il centrale difensivo di piede destro ancora reclamato da Benitez in vista di tutti gli impegni che il Napoli è possibile abbia nella seconda durissima parte della stagione). E a questo proposito è dato sapere che i nerazzurri sono disponibili a mettere sul piatto Andreolli, cercato da Bigon nel gennaio scorso visto anche che andava in scadenza con il Napoli, uomo che non si è ancora affermato in una big ma che rientra nell'identikit e nei parametri partenopei.

Certo, si parla comunque di conguaglio a favore del Napoli (almeno 4 milioni), e ad avvalorare la tesi c'è lo spiffero che inquadrerebbe la presenza di Leonardo a Napoli proprio come emissario-consulente esterno di Moratti per intavolare la trattativa. Da verificare, ovviamente. Ma così fosse è probabile che allora per Zuniga l'Inter non abbia ancora ceduto completamente all'idea di non poter battagliare con lo stesso Napoli, con la Juventus e con il Barcellona. C'è però come minimo un posto Champions da andare a conquistare...

Segui Luca Momblano su

Sullo stesso argomento